Shop More Submit  Join Login
About Deviant Member bonamini guidoMale/Italy Groups :iconwriters-club-group: writers-club-group
 
Recent Activity
Deviant for 7 Years
Needs Premium Membership
Statistics 358 Deviations 68,346 Comments 119,468 Pageviews

Newest Deviations

Favourites

Activity


Naruto era stato messo a ripulire varie zone da Shikamaru, utilizzando i suoi cloni, così rapidamente erano apparse strutture e resti di fondamenta .Lo shinigami era particolarmente interessato agli scheletri degli Uzumaki che venivano a quanto sembrava incorporati con una certa metodologia in alcune di queste.
L'originale gli posizionò vicino uno scheletro scomposto “Eccotene un' altro. ”Visto l'impegno di Nara con una incisione piena di spirali Naruto decise d'improvvisarsi patologo forense con risultati grotteschi.Shikamaru riposizionò , scambiandoli di posto tibia e radio”cerca di disporlo in modo che almeno ricordi una figura umana e non un bijuu.”
Naruto non replicò a quel tono in apparenza scontroso. Si scambio invece uno sguardo con Yugo e l'altro giovane annuì perchè aveva anche lui percepito la stanchezza nascosta nella voce del moro.
”...” il biondo s'inginocchiò e gli prese la spalla”riposati, ormai è notte.”
”io...”Shikamaru si fermò a riflettere, valutando i progressi fatti. ”d'accordo.”L'altro giovane gli mise sulle spalle un mantello più pesante.”Grazie ,Yugo.”
Naruto cercò di essere d'aiuto anche lui e mosse le mani come una specie d'ipnotizzatore.”Chiudi gli occhi, pensa ...”s'interruppe poi si grattò la testa. ” A cosa pensi quando vuoi tranquillità?”

Consumata la cena Shikamaru ravvivò un po' il fuoco poi guardò la luna piena, alta sopra di loro.”Naruto... io cosa sono?”
Il biondo rispose distratto.”Il mio primo consigliere,no?”
”...” Nara guardò le fiamme, poi parlò piano.”una volta pensavo di lasciare Konoha.”Naruto si fece attento e lui continuò, guardando Yugo davanti a sè.”Il complesso che ho costruito... ho utilizzato la parte fisica per creare passaggi e sale per nasconderci, dopo aver inscenato la nostra morte in un'azione. Saremmo così spariti per sempre.”
”Voi due?”il biondo li guardò confuso”sembra ...quasi una storia romantica...”
Nara continuò come se non l'avesse sentito.”Volevo creare una comunità per quelli come noi... inaccettabili ed ho contatti con molti che hanno i nostri stessi … problemi”esitò un'attimo ”... anche Zetsu.”
Naruto tornò serio, pensando a come questo fatto  sarebbe apparso facilmente a molti”...ambiguo.”
Nara specificò in fretta un punto.”Avrei passato l'uso del tesseratto, non avrei tradito Konoha ma...”si fermò perchè Naruto gli si era avvicinato.
”Te l'ho detto Shikamaru.” gli sorrideva come non mai”tu ti preoccupi troppo degli altri.”
Nara abbassò la testa.”Non è l'unico segreto che ho.”
”E chi non ne ha?”replicò l'altro con noncuranza ”Io a volte mando un mio clone alle cene di villa hyuga e Kiba credo che abbia dei capelli grigi ma si tinga.”
”I miei segreti...”
Naruto gli mise un dito sulle labbra e strizzò l'occhio, invitandolo a non dire cose per cui non era ancora pronto. Fece però una domanda, afferrando dell'altro cibo.”comunque che ti ha detto la zebra?”
Fu Yugo a rispondere.”Che ci avrebbe pensato seriamente se Madara fosse messo fuori gioco.”
“Umhhh... anche lui sembra troppo serio per i miei gusti... od almeno la parte nera.”
Cioè sono una coppia od ha problemi d'identità? Non l'ho mai capito davvero.”
Prese poi a fare gesti con le dita, come quando ci si immagina di fare ad uno una foto, verso il giovane di fianco.”Saresti fantastico come o-bakekage.
”Mi sembra un'idea fantastica.”annuì in modo pseudo solenne.” Anzi quando torniamo la presenterò agli altre kage. Con una modifica non negoziabile, però.”
Yugo si sporse in avanti, stringendo gli occhi in modo minaccioso.”Quale?”
”Nessuna segreta base di mostri.”gli replicò tranquillo Naruto”Un vero villaggio, per voi.”si volse verso Nara riflettendo ed accarezzandosi il mento.”Certo quando sarai capo di un'altro villaggio mi dovrò trovare un consigliere che mi trattenga dal saltare al collo di Saitara o d'uscire di nascosto con Bee e che si ricordi del mio ramen caldo”inclinò la testa dubbioso “Kiba non và bene... pensi che Shino farebbe cadere i suoi bacherozzi nella ciotola?”
Finì l'ultimo boccone”Perchè non mi parli di questa tua comunità?”diede a Shikamaru una gomitata allusiva.”Conoscendoti avrai pensato a tutti i dettagli.”

”Sono progetti fantastici Shikamaru.”Disse Naruto saltando in piedi e mostrando il pollice in perfetto stile Gai.”No davvero... perchè non l'hai proposto ? Molte idee le adotterei io per Konoha.”
“...”
Shikamaru scosse la testa e di nuovo fù il bipolare a rispondere.”Quelli come noi non sono benvoluti,Hokage.”
Naruto lo guardò di sbieco, con le labbra a cerchio.”Perchè pensi che noi  jinchuuriki siamo trattati da principi?”
”E' diverso.” replicò l'altro portandosi vicino a Shikamaru e bloccandolo dal prendere un'altra pillola.”voi forze portanti non spaventate per voi stessi ma per i demoni coda che avete dentro.”
Naruto allora guardò triste il disco lunare.”Se ci fosse stato un villaggio così... Orochimaru e Madara non avrebbero trovato tanti volontari servitori.”sospirò”molti di loro sarebbero ancora vivi e felici.”Si senti una mano sulla spalla ed incontrò gli occhi di Shikamaru.
”Sasuke sarebbe andato da lui lo stesso.”
”Lo so...lui non era come voi.” tornò a guardare la luna”Comunque quello che vuoi fare tu è creare per tutti quelli con i vostri problemi una famiglia, un luogo dove essere accettati ed amati.” si stese per terra e sorrise”e questo è appunto un villaggio.”
”Come ti ho detto sono progetti fantastici … e tu li realizzerai in fretta.” continuò stropicciandosi il naso.”non sei stupido come me od irruente come il raikage e neppure troppo serioso come Gaara.”
”chiedevi anche ad Hayate-senpai cosa fossi?”
il moro annuì”Sì.”
”Te lo dico io cosa anzi ...chi sei: lo shodai di bakegakure”
”bakegakure?”Fece Yugo risentito.
Naruto ridacchiò”Bè... forse voi troverete un nome migliore.”

Il fuoco alla fine si spense ed il piccolo bivacco divenne avvolto dal buio. Shikamaru guardava Naruto scompostamente avvolto nel mantello da viaggio. Sì stava dormendo profondamente, così poteva agire con sicurezza. Chiuse gli occhi e quando li riaprì era in un'enorme spazio bianco.
Sentì la presenza che cercava dietro di lui e si girò.”Darui.”
L'assistente del raikage agitò svogliatamente la destra.”Allora Shikamaru?Anzì per prima cosa... potresti creare un po' d'arredamento in questo tuo tesseratto? Il vuoto è tedioso.”

Shikamaru aveva raccontato rapidamente a Darui tutto del suo viaggio con Naruto e delle loro piccole scoperte, così  l'altro avrebbe informato poi gli altri. Darui guardò ancora lo scenario creato dal suo ospite: un piccolo altopiano roccioso che appariva reale in tutto tranne che era totalmente privo di colore. Gli ricordava i disegni di quell'altro shinobi di Konoha, Sai.
“E' tutto, Shikamaru?”
”Sì.”
”... ” lo shinobi dalle pelle scura scosse la testa”non è vero,stai nascondendo qualcosa.”
”...”Nara lo guardò impassibile a quell'accusa ”niente che riguarda la nostra organizzazione, Darui.”
”Ma certo... vuoi parlarne però con me?”
Nara disegnò col dito cerchi nell'aria, con un mezzo sorriso allusivo.”Da consiglieri dei nostri kage?”
”Consiglieri,vecchi avversari, amici”Darui fece anche lui un mezzo sorriso allargando le braccia.”decidi pure tu, per me è lo stesso.”
Il moro socchiuse gli occhi.”ho parlato a Naruto del mio progetto …  del mio rifugio per inacettabili.”
”E...”
”E … vuole che sia un vero villaggio nascosto ,che io ne sia il capovillaggio.”
L'uomo di Kumo lo guardò serio poi scoppiò a ridere.”Immagino che dovrei preoccuparmi molto del fatto che Uzumaki ti abbia espresso il mio stesso parere.”
”Darui...” il tono di Shikamaru era mortalmente serio”Tu ...non mi hai mai disprezzato.”
”Anche prima che Kumo e Konoha si riappacificassero quando ci affrontavamo sul campo di battaglia.Mi hai sempre mostrato rispetto e mi affrontavi come se fossi solo uno shinobi.”
“Tu hai fatto sempre lo stesso ,nò ?Eppoi”Darui appoggiò la guancia sul pugno sinistro”In realtà Shikamaru … la prima volta che ci siamo scontrati mi hai fatto una paura fottuta.”
”Si capiva che eri...”
”... un mostro?”concluse Nara.
“...”Darui lo guardò deciso”Uno che non si poteva battere davvero, anche sconfiggendolo fisicamente.”
”Non solo mi hai affrontato con competenza ma hai anche salvato quei tuoi due sottoposti non schivando il mio attacco quando avresti potuto.”si stiracchiò la spalla ”Compromettendo anche il successo della vostra missione ,aggiungerei.”
Shikamaru sogghignò, passandosi la mano sul petto, ricordando il fatto.”Tanto... non era esattamente il colpo migliore che mi hai mai rifilato,sai?L'anno dopo nel paese del tè...”
”D'accordo”convenne l'altro facendo spallucce” ma il punto è che allora hai salvato i tuoi compagni ponendoli prima alla tua grande reputazione.Reputazione che mi aveva fatto credere di te l'esatto contrario: lo shinigami di Konoha per cui tutti sono pezzi da utilizzare per la missione.”
”Visto che parliamo di quella volta allora...”interruppe il moro ”perchè non mi hai attaccato quando, tornando la notte a spiarci, mi hai trovato che divoravo il cadavere di quel tuo compagno?”
L'altro shinobi scosse la testa divertito”Quindi... mi avevi notato?Che vergogna.”
”Non subito... quando divoro sono spesso distratto dalla fame e dalle anime rabbiose,lo sai.” sparì per riapparire direttamente di fronte al suo interlocutore, gli occhi di uno in quelli dell'altro”Avevi comunque un vantaggio ma non l'hai sfruttato … ti ho fatto pena?Uno scherzo della natura che...”
Per tutta risposta Darui gli prese il naso con il pollice e l'indice destro ma la sua voce era seria come non mai.”no, altrimenti non ti rispetterei ma capii il tuo isolamento, perfino dai tuoi commilitoni ma non te ne lamentavi.”sospirò annoiato”tornato poi a Kumo lessi tutti i rapporti su di te e capii che stavi lontano dai 'normali' per proteggerli.”
”Per me non sei mai stato un mostro, Shikamaru.”concluse”Un mostro avrebbe usato il tesseratto per i suoi scopo fregandosene di Konoha.Un mostro non si sarebbe messo su un tavolo operatorio di sua iniziativa per aiutare altri che spesso non hanno che diffidenza verso di lui.”sogghignò”Un mostro non aiuterebbe quell'idiota che hai come kage.”
Shikamaru abbassò lo sguardo, interdetto.
”Tu... ti chiedi cosa sei, vero?”
Nara rise di gusto.”Sto diventando così trasparente per te,Darui?Così comprometto la sicurezza di Konoha a favore di Kumo nei nostri incontri.”
Darui gli diede un buffetto e si alzò in piedi”Ti dirò cosa … anzi CHI sei per me: uno dei più grandi shinobi che ho conosciuto ed è un'onore essere stato a lungo tuo avversario sul campo.”
Si girò per allontanarsi.”Konoha perderà molto quando creerai il tuo villaggio. Uzumachi è un idiota ma ha ragione.”sorrise ”sei lo shodai del tuo villaggio.”
La sua figura cominciò a sfocarsi e scomparire mentre usciva dal tesseratto”Anzi vista la tua immortalità rischi di essere il primo e solo … comunque appena lo creerai ti sbolognerò un paio di casi limite di cui occuparti.”
Shinigami 55
e riecco anche shinigami
Loading...
"Neji?"Shikamaru ruotò il braccio del suo aggressore ma questi seguì il suo movimento col corpo, raggomitolandosi per poi colpirlo con entrambi i piedi al petto, facendogli perdere la presa e contemporaneamente piroettandosi all'indietro.Separati l'aggredito estrasse il suo lungo kukri istoriato e studiò l'avversario chiedendosi come fosse apparso lì.Espresse la soluzione più semplice" Sei qui per uccidermi?"
Lo shinobi non rispose e continuarono a studiarsi ma Nara capì qualcosa in più della loro situazione"No... è solo un caso che io sia qui ,adesso e senza Naruto." guardò allora  verso il punto da cui Neji era giunto: non era di certo il più adatto a strisciare dietro ad un bersaglio designato ma notò la porta di pietra semiaperta, la cripta dei governatori. Annuì, credendo d'aver capito."Ti hanno mandato a prendere gli occhi del capitano Vanija, vero?Ti hanno detto che è per il clan o per la sicurezza della nazione del fuoco oppure entrambe le cose."
L'altro ancora non disse nulla ma avanzò di mezzo passo, pronto a scattare. Il moro insistette nella sua esposizione."Ti stanno usando Neji, stanno usando te ed  il tuo clan come pedine. " sospirò  prevedendo anche cosa era riservato allo Hyuga se aveva ragione sul suo mandante occulto."pedine sacrificabili."
"..."Neji estrasse un secondo kunai "certo detto da un manipolatore, traditore e nemico della foglia  per sua stessa definizione è così credibile una tale solidarietà."
Si avventò sull'altro che a sua volta estrasse  un kunai e si scambiarono dei colpi esperti ma nessuno a segno. Si divisero ed ora erano sui lati opposti rispetto a prima."Sai, Shikamaru? Non tutti sono caduti nel tuo fascino da eroe tragico e per me sei solo un traditore, a prescindere dalle tue motivazioni e valutazioni."
"..."Shikamaru cercò di convincerlo, ricostruendo come credeva fossero andati gli eventi che lo avevano portato qui, davanti a lui"Ti hanno dato una mappa dettagliata di questa zona del palazzo,dicendoti che era venuta fuori da una recente ricerca negli archivi della nazione del fuoco."continuò ,notando un'incrinatura nella sicurezza di Neji e cercò d'allargarla."Che avevano anche saputo in modo fortuito che non ho ancora fatto riaprire quest'ala del palazzo e così di notte questa sarebbe stata deserta, soprattutto con la festa che si sta ora tenendo."
"Infine ti hanno fatto vedere lo stemma di casata così che non sbagliassi tomba."
"Tipico di loro, riuscire ad essere e restare invisibili."ripose il kunai nella cintola ma tenne bene in vista il kukri e scosse la testa."Ti ucciderà appena gli avrai dato quegli occhi e forse prenderà anche i tuoi, nonostante il tuo sigillo maledetto, non può permettersi che gli altri sappiano che ti ha dato questa missione."
Neji aveva ora il respiro irregolare a causa dei dubbi che gli erano sorti. Si chiedeva come sapesse l'altro tanti dettagli."Di chi parli?"
"Credo che il cliente, come diciamo noi,sia Dravari, un' individuo ossessionato dal potere personale in modo quasi autodistruttivo e che ora credo si sia concentrato  ad accumulare arti oculari."indico il contenitore medico che ora vedeva chiaramente alla cintola di Neji. "Gli occhi di Vanya erano un'occasione a cui non ha saputo o voluto resistere...  avrei dovuto prevederlo."
"Dravari?"Neeji alzò il sopracciglio destro e fece un passo di lato." Sembra un nome dei tuoi amici serpenti."
"Sì , hai ragione."Shikamaru annuì. Ormai doveva esporgli tutto per convincerlo. "le nazioni che il nagaraja vuole riannettere sono controllate da naga rinnegati, a lui avversi."


Shikamaru gli raccontò tutto in poche frasi."Credimi, Neji. Ti ho raccontato la verità."
"Secondo Jashin tu sei un' essere d'inganni ed illusioni ma ti credo."rispose l'altro poi mise via le armi e si avvicinò lentamente. Shikamaru sorrise e rinfoderò la sua arma.
"ecco... ora noi..."S'interruppe per l'improvviso attacco dell'altro che lo colpì in alcuni punti precisi delle braccia."Ho detto che ti credo, non che ho cambiato idea sull'ucciderti." il suo sguardo era pieno di sdegno "Prima te poi questo Hebikuro no bunkatsu ."lo colpì allo sterno con il palmo"Si starà di certo meglio senza esseri come voi in giro e senza di voi questo vostro mondo di sotterfugi e schiavitù sarà distrutto."si scambiarono una serie di colpi di taijutsu poi lo shinobi s'allontanò con un balzo .In mano ora teneva il pugnale ricurvo dell'altro. Shikamaru provò di nuovo a convincerlo a smettere di condurre una lotta che a lui sembrava solo frutto sia del peso emotivo accumulato dall'altro  sia dalla portata delle sue rivelazioni. "Capisco come ti senti, che tu sia arrabbiato e confuso ma..."
"Affatto, vedo molto chiaramente adesso e  proprio grazie a te."gli puntò contro il suo kukri, accusandolo  " Correggimi ... ma tu e loro non state usando gli stessi metodi? Celate i vostri veri scopi e sacrificate altri per perseguirli?"
"..." Shikamaru rimase interdetto da quell'accusa. Non se l'aspettava."il mio scopo..."
Neji urlò. "Il fine giustifica i mezzi? No grazie, Kakashi-sensei e Konoha tutta mi hanno già dato una bella dimostrazione pratica sull'argomento." fece un passo verso Shikamaru"Ora dimmi e dimmi sinceramente se ancora riesci ad essere onesto se tu e questi naga foste eliminati non si risolverebbe tutto?"
"Sì"ammise l'altro quasi sorpreso " ma tu... sottovaluti la loro forza... la loro presa sul sistema dei villaggi e delle nazioni."
Neji battè sul contenitore medico la mano libera."Gli occhi di quel tuo capitano mi è stato detto di portarlo in un luogo isolato, perfetto per farmi sparire senza dare nell'occhio se tu hai ragione."strinse gli occhi. "Laggiù troverò Dravari e lui sarà il primo anello della catena che spezzerò.Anzì, il secondo."
Shikamaru allora scosse la testa, capendo cosa l'altro voleva fare."Neji... tu non puoi uccidermi."allargò le braccia con fare allusivo e sicuro. "Io ... sono un dio."
Neji gli si gettò contro, disgustato da quella pretesa superiorità"Anche gli dei muoiono se ricordo bene."
Shikamaru non sembrò avere intenzione di difendersi con impegno e Neji colpì così 32 dei suoi punti con il passaggio mentre l'altro gli fece volare via l'arma con una falcata del braccio, simile ad una mazza di ferro per lo shinobi.
Ciò che però il byakugan gli trasmise lo fece recedere allarmato."Cosa?"
Nessuno dei punti colpiti ne aveva risentito e Shikamaru scosse la testa."Te l'ho detto Neji, la mia non era arroganza ma una valutazione tattica." indicò un punto colpito dallo Hyugha."La tua tecnica del pugno gentile non può funzionare senza che tu conosca il funzionamento del sistema di Chakra del tuo bersaglio.Un dio ed uomo sono troppo diversi."
"Lee potrebbe anche uccidermi ma ... tu no, mi dispiace."
Neji esplose."Non permetterti di dirmi che non posso proteggere i miei compagni."
"Non ho detto..."
Gli tirò 4 kunai mentre correva verso di lui, impossessandosi di nuovo dell'arma persa prima."Peggio, l'hai sottinteso."altri 3 kunai volarono verso il suo bersaglio e Nara schivò i primi e poi prese il quinto al volo, usandolo per deviare i rimanenti . Neji capì perciò che il buon vecchio acciaio andava bene e l'arma di Shikamaru era di eccellente qualità. Stava per colpirlo quando fù rilanciato indietro da una specie di pressione d'aria, sbattendo con forza contro un' alta colonna.
"... " guardò davanti a sè e vide una cortina di piume azzurrognole che cadevano come polvere dopo un crollo, dividendoli. "Che..."
"Vedi Neji?" Shikamaru aveva il retro delle vesti stracciate da cui fuoriuscivano 4 maestose ali d'aquila dal piumaggio azzurro brillante, coperte di occhi dorati che lo guardavano ."ti ho atterrato con il semplice sbattere delle mie ali ma ti assicuro che io non potrei mai vincere molti di quegli antichi naga."indicò il fianco dello Hyuga dove, infissa in profondità nella parete c'era il kunai che aveva prima in mano. "se avessi voluto adesso saresti morto."
"A volte."si avvicinò, muovendo le ali con un rumore simile al metallo contro la pietra e scuotendo la testa. "nonostante quanto ci impegniamo tutto si riduce ad una questione di pura forza e per vincere occorre possedere o riuscire a sviluppare una forza maggiore a quella del proprio avversario."I suoi occhi erano tristi per aver dovuto mettere Neji di fronte a questo, nonostante fosse per convincerlo a capire.
Neji strinse forte il  kukri ."Risparmiami il tuo divino paternalismo ma ... hai ragione ho bisogno di più forza e sò dove trovarla."Fece esplodere delle bombe fumogene e si sentì da oltre quella cortina scura il rumore di vetri che andavano in pezzi. Shikamaru si copri la bocca e sbattè forte le ali per disperdere il fumo e vide così una delle vetrate istoriate poste nella parte alta della navata infranta.
Naruto entrò di corsa,seguito da molti altri, sia guardie che funzionari."Shikamaru-sama,sta bene?"
"Naruto, segui Neji Hyugha"ordinò veloce il moro indicandogli il vetro infranto "credo s'incontrerà con Dravari. Riducimi quella serpe-zombi in cenere."L'Uchiha annuì deciso e balzò rapido all'inseguimento del fuggitivo.
"Ouji souzokunin..." Satara gli si avvicinò, indicandogli tremante l'avambraccio destro." voi siete ferito!"
"Ferito?"Shikamaru guardò incredulo :era il punto dove il kukri l'aveva colpito ma credeva d'averlo parato senza danno. la ferita  perdeva sangue ed urlò. "FERITO????"
Si strinse il punto con l'altra mano e la sua voce divenne isterica nel rivolgersi al funzionario."Chiamami il capitano Hapi... che insegua Neji Hjugha e recuperi quel kukri."prese Satara per la veste e l'avvicinò a sè "Se possono evitare d'ucciderlo meglio ma ... devono recuperarlo ad ogni costo, chiaro?"
Si alzò ed urlò a tutti i presenti"Voglio quella maledetto kukri chiaro?" poi guardò la finestra da cui era passato lo Hyugha."Complimenti Neji... adesso sei diventato uno dei miei principali problemi."


Il luogo concordato per l'incontro era una vecchia casa nobiliare fuori dalle mura, abbandonata al suo destino come luogo indifendibile fuori dalle mura e danneggiata così gravemente dal conflitto. Neji entrò nel buio interno, usand guardingo il suo potere oculare .Niente.
Una figura uscì dall'ombra alla sua destra"Neji Hyugha vero?Benarrivato."
"..." Neji soppesò la figura mascherata che era impervia al suo byakugan "Lei è Kuro se non ricordo male"
"Sì, usiamo pure quel nome so che lei capisce certe necessità."fece l'altro avvicinandosi ondeggiando, con voce soddisfatta. " E’stato ben istruito."
Neji sogghignò ed annuì."Istruito già … come un cane da riporto."
"Un cane di razza purissima , mi lasci dire."replicò l'altro con il grottesco intento di fare un complimento "Ce l’ha,vero?"
"Mi sembra molto coinvolto, Kuro."il giovane si guardò intorno. "mio cugino non c’è?"
Kuro gli girava in torno, famelico."Si è dovuto recare nella zona est a causa d’un contrattacco improvviso dell’esercito del Nagaraja."
Neji si portò la mano sul contenitore medico, per poi mostrarne il contenuto: un recipiente di vetro con due occhi bianchi che galleggiavano in un liquido giallo-paglia. l'altro allungò la longilinea mano guantata ma Neji ritrasse deciso la sua."Devo consegnarlo a lui per sicurezza.”il suo tono era leggermente sarcastico. "Lei capisce certe necessità e che sono stato ben istruito."
Kuro annuì ma non staccava gli occhi dal recipiente, bramoso come un 'affamato per il cibo."Sei molto scrupoloso mio caro ragazzo ma …. bisogna essere molto, molto discreti. D’altronde visto che io sono qui, nel posto convenuto è chiaro che sia …"
Lo shinobi concluse la frase."… il cliente,come diciamo noi in gergo."
"Esattamente, ragazzo."
Adesso era Neji a girare intorno all'altro."Lei non è della nazione dell’acqua,quindi?”
La figura si torse in modo innaturale per seguirlo nei suoi movimenti ma la sua voce appariva sicura nella risposta."Appartengo ad un gruppo selezionato che assiste i grandi nobili di varie nazioni in certe materie .”
”Ho notato l’atteggiamento di Ichimaru-sama nei suoi confronti.”annuì il giovane ”Sembrava.... spaventato da lei, come un cane che teme la frusta del padrone.”la sua voce si fece leggermente allusiva"Un padrone molto abituato ad usarla ,aggiungerei."
”…” Kuro allargò le esili braccia , ondeggiando come un giunco al vento” mi sembra azzardato come paragone.”
Neji si grattò la nuca con noncuranza poi lo fissò dritto negli occhi.”Lei dice … Dravari?.
Kuro emise un profondo sibilo in risposta al suo vero nome”Non…osare...”si tolse la maschera e la veste cadde , rivelando la figura d'un naga con le due metà del corpo ricucite, ed otto braccia esili e cariche di bracciali preziosi ”… non  osare … pronunciare il mio nome naga, servo.”Congiunse due delle mani ed una versione del sigillo maledetto della casata cadetta degli Hyugha apparve in quella sinistra.
Evidentemente Dravari poteva attivarlo ma Neji rise e si levò la fascia sulla fronte”Non sono il servo di nessuno, non più.”
La bocca di dravari si aprì e vari punti rossi e bianchi riluccicarono sotto la sua lingua.”Credi che senza sigillo tu sia libero? Sei uno schiavo come tutti.”
Neji per tutta risposta mise davanti a sè il contenitore”Vuoi questi occhi?Dovrai pagare oppure….”Fece il gesto di infrangerlo fra le sue mani e Dravari si bloccò.
”No fermo …”la testa del naga si abbassò, la voce un ringhio impotente. ” … cosa vuoi?”
”La forza per uccidere i tuoi compagni, Shikamaru Nara e tutti quelli come voi.”
A quelle parole Dravari cominciò a girargli intorno, rivalutando chi aveva davanti.”Ma senti … ” ora sembrava leggermente orgoglioso dell'essere che osava sfidarlo.” … sembra che il cane sia divenuto lupo.”
riflette alcuni secondi”Gandara.”
”Cos’è?”
Il naga indicò allusivo fuori dalla rovina cadente in cui erano.”Un monastero nel freddo e buio nord , oltre ogni nazione abitata.” si riavvicinò con la testa”per sapere come arrivarvi dovrai chiedere ad un bodhishatta.”
”Cosa troverò laggiù?”chiese Neji senza esitazione.
”Il potere che hai richiesto o la morte” rispose lui sogghignando grottescamente con i suoi lineamenti asimmetrici , crudele” forse anche entrambe le cose.”
“Perché dovrei crederti?”
”Dice il vero.”Entrambi si girarono verso una breccia nella parete est dove la massiccia figura di Shitanagai si trovava ora. "Sa che il potere che otterresti laggiù non funzionerebbe con lui.”
”Con te regolerò i conti in un altro modo.”gli lanciò il contenitore a Dravari , che se lo strinse contro il corpo con un verso disgustoso di trionfo.”tieni la tua libbra di carne, naga.”Neji fuggì veloce, seguito dal Bodhisattva

Rimasto solo Dravari contemplò il suo premio per cui aveva rischiato tanto nell'esporsi e che ora era nel palmo della sua mano tremante dall'eccitazione. Secondo quanto riteneva con quell'occhio rivelatore così vicino al rikudo avrebbe anche potuto alla fine  trasformare uno dei suoi occhi rubati nel premio finale: il rinnegan stesso.”Io adesso potrò … Urgh.”s'interruppe nel vedere che la sua mano era stata troncata di netto da un fendente di lama e si girò di lato nel vedere la figura con due Sharingan che aveva lanciato l'arma che l'aveva mutilato.
Questa si gettò su di lui. ”Dravari, il mio signore Shikamaru Nara ti manda i suoi saluti.”

Neji si era fermato dietro una roccia. C'erano naga e molti soldati  che stavano venendo verso di lui. Erano uomini al servizio di Shikamaru. Parlò alla figura tranquillamente seduta sopra la sua roccia”Ha detto che per andare a gandara dovevo chiedere ad un Bodhisattva.”il suo tono si fece accusatorio. ”Hai organizzato tutto, vero?”
”Ti ho solo messo alla prova e tu hai fatto la tua scelta.”rispose tranquillo lui ”Se vuoi puoi ancora tornare indietro e dimenticarti di questa possibilità."scese dalla sua posizione e parlò mortalmente serio.”Dravari non mentiva neanche sui rischi: potresti morire nel cercare d’ottenere ciò che cerchi o non ottenerlo affatto.”
Neji chiuse gli occhi e respirò profondamente .Scosse la testa.”Sono andato troppo avanti per tirarmi indietro,ora.”
”Allora guarda pure dietro questa roccia.”
Il giovane Shinobi non capì poi s'affacciò di nuovo dal suo nascondiglio ma ciò che vide non fu lo stesso paesaggio di neanche mezzominuto prima. Al posto della zona rialzata dove si trovava c'era ora una profonda valle montana coperta di neve e spazzata da una tormenta. In lontananza vedeva un monastero che sembrava intagliato nella roccia stessa.”Quello è?”
L'altro annuì.”Gandara… al cospetto del quale anche gli dei si fanno umili.”
Antichi debiti 156
lassù sull'himalaya nella fredda notte bluuuu...
Loading...
Jashin allungò una larga e bassa ciotola di ceramica scura a Shikamaru che ne soppesò dubbioso  il contenuto.“Queste sono...”
”Alghe marine”confermò lui nel passaglierla.” sono uno dei cibi preferiti di Shikamaru Nara.”
Il giovane riappoggiò sull’altare il cibo.”....” l’altro però gliele porse di nuovo ma senza apparente insistenza.
“ Sono offerte di cibo agli dei.”addentò un altro morso del riso che aveva già assaggiato dopo averlo intinto in una salsa contenuta in una bassa salsiera dorata. ” puoi mangiarle se lo desideri, sono qui apposta .”
Il giovane prese allora delle bacchette d’avorio e cominciò a mangiarne un piccolo boccone. Jashin sorseggiò dell’acqua in un bicchiere di ciliegio intarsiato.”Come sono genmeji?”
”Buonissime, come non ne mangiavo da tempo.”riconobbe l’altro e ne prese un boccone più consistente mentre il dio dalle pelle scura prese un fico da una cesta di vimini e lo squadrò .
“Perchè non ti nutri delle offerte genmeji? la soma ti sostiene ma perchè ti neghi al piacere del cibo?”
Shikamaru prese un po’ d’ una specie di frittura.”Vuoi uccidermi?”
”DEVO ucciderti visto che sono il genjitsusei meji.”fece un gesto esplicativo, passandosi un dito sulla gola ”O tu alla fine ucciderai me ma non è nelle mie intenzioni immediate, ti assicuro.”
Mangiarono altre pietanze in silenzio ma non rompendo mai l’incrocio di sguardi poi jashin si avvicinò ad una mensola in pietra dove c’erano vari oggetti rituali per piazzare a terra , dopo averla lì prelevata,un largo piatto metallico  .Ci si sedette davanti a gambe incrociate subito Shikamaru si avvicinò e si sedette davanti a lui ,così l’altro gli allungò una brocca argentea con dentro dell’acqua. ”Prendi,crea una  tenwashi no kagami e guardiamo la guerra che hai ordinato di combattere.”
Il giovane allontanò la brocca con decisione e scosse la testa.”Possiamo vederla nella sala tattica”
”Siamo dei” controbatte l’altro” noi osserviamo il mondo attraverso la pozza.”
Riavvicinò la brocca e la voce divenne minacciosa.”Crea la  tenwashi no kagami conquest’acqua o lo farò io, sventrando la prima persona che trovo qui fuori.
Shikamaru versò l’acqua nel piatto e vi passò l’indice destro, creando delle increspature. l’immagine di Shinobi e soldati che combattevano sulle mura della capitale dell’acqua si formò ben chiara”Vedi? Non è molto meglio di quella tua... sala tattica?”
”Mi sembra esattamente uguale... ”rispose triste lui ...”una guerra.”
L’altro concordò annuendo e s  mise la falce in grembo.”Parliamo di te ora … come ti chiami?"
"Shikamaru Nara lo sai di certo"replicò seccato l’altro.
"Non è vero."Jashin passò le dita nell’acqua ed una scena del passato apparve " Shikamaru nara è morto mesi fà nel suo ufficio, ucciso da Kiba Inuzuka"Guardò insieme a Shikamaru il cadavere ai piedi di Kiba."Era una tua vita passata."
"..."Shikamaru risentito dalla sua frase passò a sua volta le dita nella pozza che continuò poi a rimanere agitata, senza più mostrare nulla. "cerchi di confondermi?"
Jashin rimase silente, limitandosi a guardarlo ed il giovane abbassò lo sguardo."D'accordo sono posseduto dal mio fantasma"disse infine alzando le spalle. "questo t'avvantaggia, no?"
"Firuz"disse l’altro.
"Chi è ?"chiese il genmeji grattandosi la guancia.
"Il nome che lei voleva darti."Rispose Jashin,rimettendo la mano  nella pozza causando il formarsi dell’immagine di una femmina di garuda su un picco roccioso.Shikamaru si zittì ed i suoi occhi duri si ammorbidirono senza volerlo.
"Tua madre."incalzò l’altro dio "piange ancora per la tua perdita anche se capisce."Jashin sembrò stranamente solidale verso quella figura ."Comprendere però non ci lenisce il dolore."
Shikamaru si dovette imporre di passare la mano nell’acqua e disperdere quell’immagine.
"Pensi mai a lei,genmeji?"
"Sì"disse il giovane con un filo di voce.
"Ti dispiace per lei ma non accetti che sia tua madre."sentenziò Jashin "solo un'altra vittima per il tuo fine ultimo,vero?"Si alzò e si avvicinò ad un portaincenso, prelevandovi tre bastoncini fumanti."Venendo qui mi sono fermato in un tempietto dove qualcuno aveva posto dei dango di una vicina locanda.”  Si risedette davanti all’altro, fissando i bastoncini.“dango deliziosi"
"Vuoi che mandi qualcuno a prenderteli?"
"No"rispose tranquillo l’altro e gli allungò i bastoncini. "Fammeli tu per favore.
"..."Lui li  guardò interdetto, come se i bastoncini fossero pericolosi.
Jashin lo incalzò."Sei il genmeji … puoi dare consistenza e vita alle illusioni, ai profondi desideri ed ai sogni più segreti di tutti tranne che hai tuoi."gli mise in mano i bastoncini fumanti senza difficoltà."Ordina che questi bastoncini d'incenso diventino dei dango come quelli che ho assaggiato lì e succederà,lo sai bene anche tu. Shikamaru guardò i bastoncini poi li ripassò all’altro ma nel passaggio di mano questi erano diventati dango. Jashin li guardò poi assaggiò la prima sfera."Buoni?"
Il dio di Hidan annuì."Deliziosi ,esattamente come ricordavo. “ne assaggiò ancora"sapresti dirmi come hai fatto?"
"no"disse sinceramente l’altro.
"Perchè è come avere i capelli d'un certo colore"sembrò spiegargli Jashin "non una cosa che può essere appresa od insegnata. "lo guardò allusivo “è qualcosa che sei."
“Sò chi sono,Jashin."replicò secco l’altro, per poi guardare la sua immagine riflessa nell’acqua.”e non è la prima volta che faccio questo giochetto di prestigio.”
L’altro sorrise condiscendente poi passò un dito nella pozza e l’immagine di Shikamaru divenne quella dello Shikamaru del passato."Forse ma chi mostri agli altri? Shikamaru Nara di Konoha."
“Non sono affari miei come conduco la mia vita?"
“Certo ma io voglio che tu la conduca senza dubbi come faccio io."
"Ah certo” Nara increspò le onde ed un’individuo armato di falce che uccideva con trasporto in mezzo a delle case in fiamme apparve nel riflesso.”guardando Hidan si vede così chiaramente che sei un dio misericordioso e compassionevole." Guardò Jasin con fermezza"non ci tengo proprio ad essere un dio come te."
"Ah per la prima volta ammetti di essere un dio."
"Contento della mia confessione?"
“ Si ma ora guardiamo i mortali." Riabbassò lo sguardo nella pozza”gli dei osservano le loro lotte ma raramente intervengono senza un buon motivo in queste anche se a volte ne sono essi stessi l'origine."
“Cioè” concluse rassegnato il moro"Li lasciamo soli."
"Shikamaru Nara confiderebbe nei suoi compagni e nelle loro capacità."di nuovo i due dei incrociarono gli sguardi ed ognuno di nuovo vide chiaramente riflesso in quelli dell’altro la propria immagine.” non sostieni d'essere lui?"
“Non sono uno che ama starsene al sicuro nelle retrovie."disse Nara sospirando.
"Nessuno al mondo è veramente al sicuro genmeji, nemmeno noi."replicò Jashin ed indicò la lotta che  si svolgeva a distanza da loro."Questa ora è la loro battaglia ,la loro vita è in gioco e scopriranno chi sono sulla soglia della morte."
"A costo di varcarla?"
Jashin rise."Non è l'essenza della volontà del fuoco?"
"..." Shikamaru serrò la mascella e si sentì chiaramente lo stridore dei suoi denti"vuoi vendicarti per come ti ho insultato quando ho interrato il tuo caro Hidan?"
Jashin negò deciso."Chi mi insulta non m'interessa ,esattamente come chi mi prega."
Shikamaru sogghignò.“Immagino che Hidan ci sarà rimasto male a sentirtelo dire."
"Molto."
"... "La risposta secca di Jashin lo indispettì "sei un gran bastardo."
"Io sono il genjitsusei meji rivelo la verità su se stessi. “replicò lui tranquillo ed impassibile" se quello che la gente poi vede non gli piace sono affari loro."
Passarono alcuni minuti in silenzio m, tranne il rumore di Jashin che consumava i Dango."Perchè non conduci questa guerra al posto del comandante Trebani?"
Shikamaru si aspettava ormai quella domanda."Gli tengo il guinzaglio corto nel caso non l'avessi notato."
"Sì ma perchè non sei laggiù?Forse non sei pronto a fare come lui?"
"Non ho problemi a fare come lui se devo... “lo guardò allusivo,stingendo gli  occhi a fessura”…e tu lo sai di certo."
Allora perchè?"
“..."lui s’indispetti "lo sai."
"Dillo."
Il giovane s’allungò verso di lui"Cos'è una riunione delle divinità anonime?Io..."
"Tu temi il tuo potere”concluse Jashin” e fai bene. E’ un potere subdolo quello che possiedi e ti chiedi: che succederebbe se nella foga della lotta ne perdessi il controllo? Se inavvertitamente dessi forma ai desideri dei combattenti, dei morenti o perfino degli stessi seguaci del naga nero."
Shikamaru annuì serio."Ti sembra stupido?”
“ Affatto denota grande responsabilità di fronte anche a ciò che altri possono pensare di te." Jashin fece una voce accusatoria."Traditore, vigliacco, assassino ,mostro."Sogghignò."Non hai problema a sentirtelo dire perfino dai tuoi cari anzi ti ferisce l'esatto opposto :le lodi, il fatto che loro sappiano del tuo dolore, che si preoccupino per te."
"Tornando al tuo potere ... è per questo che noi osserviamo il mondo da lontano."
"... "Shikamaru guardò la grande statua di marmo bianco che torreggiava sopra di loro rappresentante un serpente da molte teste. "il nagaraja non sembra pensarla come te."
L’altro guardò la statua a sua volta."E tutto quello a cui stai cercando di porre rimedio non è forse originato dal suo agire?"
"Glielo dissi chiaramente millenni fà"passò l’indice ed il medio della sinistra nell’acqua ed apparve un’altra scena del passato, in cui lui ed il nagaraja parlavano in modo concitato. "ad accettare di governare direttamente gli uomini avrebbe creato una spaccatura nell'equilibrio di questi, conducendoli alla rovina." Sospirò rassegnato"Lui sì però che era un dio compassionevole e misericordioso ed infine accettò."
Shikamaru scattò in piedi indicò risentito un’arazzo rappresentante sette anziani, messo lì in quei giorni."Tu che avresti detto a quegli uomini che ti supplicavano per un futuro migliore per i loro cari?l'ultimo che resta in piedi prende tutto?"
Jashin rimase impassibile."Gli avrei detto quello che gli avrebbe detto probabilmente anche Shikamaru Nara:usate le vostre sofferenze per maturare, abbiate fede nei vostri figli e non cercate un salvatore ma salvatevi da soli."
"..." quella risposta fece trovò il giovane impreparato."Shikamaru nara non è così fiducioso negli uomini."
"Davvero?"Di nuovo Jashin cambiò l’immagine nella pozza facendovi comparire l’immagine di uno Shinobi biondo in perlustrazione in una foresta "E Naruto Uzumaki?"
“Tu che ne vuoi sapere?"
"sono il genjitsusei meji e posso pesare e misurare con certezza il cuore degli uomini "fece il gesto con la sinistra di uno che valuta un peso"In lui non ho mai visto falsità ed ho allo stesso modo ho sentito la tua fiducia in lui."
Shikamaru guardò l’ immagine dell’amico."Sì naruto è speciale."
"Tu però hai smesso di credere in lui."
"..."Shikamaru riguardò la figura di Naruto e non rispose e Jashin continuò.
"Negli ultimi anni l'hai protetto da tutti, anche da sè stesso in modo perfino eccessivo. L'hai preso sulle tue spalle e condotto per mano." S grattò il mento glabro"perchè non hai cercato una soluzione con lui?
"L'hai detto tu"disperse l’immagine "non ... credo più in lui, non a questo livello." Fissò il suo interlocutore"Non mi chiedi perchè?"
L’altro scosse la testa."Io lo sò e non mi riguarda ma forse dovresti parlarne con lui."
"Quindi sei qui per farmi aprire gli occhi su me stesso?Farmi abbandonare il mondo ai suoi problemi?"
Jashin si alzò i piedi."Io rivelo solo, ciò che deciderai di fare non mi riguarda affatto."
"D'accordo sono un garuda, sono un dio ed ho cambiato pettinatura." Shikamaru lo prese per la veste e lo attaccò alla colonna dietro di lui"ma sono Shikamaru Nara mettitelo bene in testa e quando verrai a cercare d'uccidermi o semplicemente ti metterai di traverso ai miei progetti ti prenderò a calci nelle palle, chiaro?" lo lasciò andare e rimise il piatto sulla mensola."Non come genmeji o principe dei naga ma come Shikamaru Nara di Konoha."
Jashin sorrise"Ora che hai ben chiaro chi sei ... chi sei sempre stato."gli allungò un laccio per capelli, di quelli che usavano i Nara per la loro caratteristica pettinatura ed il giovane lo prese. "Ucciderti ha un senso."
Si girò verso l’uscita."Grazie per i dango Shikamaru Nara di Konoha, erano davvero deliziosi.
Rimasto solo Shikamaru usò il laccio per riposizionarsi i capelli nel suo classico codino poi vi si passò la mano e scosse la testa.Dall’ombra alle sue spalle , mentre faceva questo, uno shinobigli  si avvicinava esperto ,un kunai alzato pronto a colpire.
Ffu solo all'ultimo che Shikamaru si accorse di lui e bloccò l'aggressore.I loro sguardi s'incrociarono e Nara vide bene il volto e gli occhi del suo  aggressore.Occhi bianchi."Neji?"
Antichi debiti 155
naruto finisce ma antichi debiti continua....
Loading...
Si era ormai entrati nel sesto ed ultimo mese a disposizione di Trebani e si doveva ammettere che pur con le riserve sui i suoi metodi- stemperati nelle sue peggiori espressioni da Hapi come voleva Shikamaru- i risultati erano evidenti.
Certo c' era molto da imputare ai suoi successi col continuo afflusso ed aggiornamento delle marionette combattenti ed ormai il concetto stesso di Kugutsu-bushi era stato abbracciato in modo entusiasta. C'erano state perfino conferme che il fratello del kazekage a Suna stesse cercando rapidamente di crearne di modelli per le nazioni ninja ma i tempi erano così stretti per una simile riuscita, almeno con produzioni numeriche tali da impensierire davvero molti tattici, che molti non ci diedero peso. Shikamaru aveva però dato massima priorità a non sottovalutare il 'bastardone' , come definiva senza mezze misure Kankuro lontano dalle orecchie di Sunamaru, perché aveva previsto che lui avrebbe compensato la quantità con qualità e l’ inventiva, cosa che i rapporti più recenti infatti confermavano.
Questa ed altre valutazioni spingevano sempre di più Shikamaru a correre sul doppio binario di progettare la fase successiva dell'azione bellica, contro la nazione del fuoco , e sul mantenere la produzione alta.

Quella sera il palazzo del governatore teneva la sua prima festa per una solenne occasione: La notte dei sette savi.
Si teneva in tutte le terre del nagaraja ogni anno, commemorando il giorno in cui sette uomini misero da parte il loro orgoglio ,le loro rivalità e le loro differenze per trovare il modo di dare pace interna ed esterna ai propri popoli.
Alla fine, compreso che non avevano nessuno tra loro che sarebbe stato accettato dalla propria gente senza iniziare nuove lotte questi decisero di rivolgersi ad un 'individuo che tutti avrebbero riconosciuto ed accettato.
Presero così una barca costruita da due di loro e giunsero dopo un viaggio lungo e pericoloso nell'inferno del cielo senza stelle per pregarlo di accettare di guidarli nella pace. Così nacquero i sette governatorati.
Le sale erano peni d’invitati e rappresentanti di tutti i livelli della società, comprese le forze armate impegnate nel conflitto.
”Shikashiro ouji non ha certo lesinato sul buffet.”Hito si riempì il piatto fino ben oltre la sua capacità ed infine si leccò il dito finito nella salsa agrodolce ”gli dovrò fare un'offerta nel tempio. ”
Il suo commilitone ,un ragazzo slanciato dai capelli scuri con due lunghe khanda*(* tipo di spada usata in india) al fianco sinistro ,annuì nel servirsi delle spesse fette di manzo a disposizione ”Una volta ho dovuto accompagnare il capitano Vanija  ad un'incontro tra casate  maggiori.” addentò un pezzo di carne guardando gli arazzi che decoravano le pareti per l’occasione ed approvandone il numero esiguo.”Avevano speso più per le livree degli stallieri che per il cibo... ne era scandalizzato anche lui, credetemi.”
"Ti aveva portato perchè sei molto attraente alle nagini, Eka?"chiese Hito"davvero la tua apparenza da sangue puro le inganna sempre."
Un gruppo in uniforme verde e bottoni argentei si avvicinò a loro ridacchiando.”E' raro vedere voi membri delle truppe d'assalto così tirati a lucido senza sangue addosso si fatica a riconoscervi, Brumi.”
Il vicecapitano Brumi si grattò una delle bruciature chimiche sulla guancia destra”Si è raro … come d'altronde vedere voi mezzi facchini della nona qui in prima linea, Jubina.” prese due  cocktail dal vassoio d'uno dei droni camerieri e ne porse uno a Jubina, poi sorseggiò con moderazione il suo, guardandolo allusivo”a quanto ne so … di solito siete troppo occupati a salvare le gru dall'affogare o cose del genere."
L'uomo dietro Jubina scioccò la lingua, replicando maligno"Non tutti abbiamo la vocazione di salvare le figlie dei sudditi di Shikashiro -ouji dalla loro verginità come il vostro drappello,Brumi-san."  
Hito intervenne risentito."Ehi … io prendo molto seriamente  il mio Do, Sunaxi-san. "
Sunaxi lo squadrò disgustato,poi ridacchiò"Hito Hagati... non ti hanno ancora impiccato?Forse Shikashiro-ouji ha legalizzato la piromania e non siamo stati resi partecipi?"i suoi associati s'unirono a quella derisione
"Tenente Hito, adesso.”Si battè lui deciso le mostrine rosse, ignorando il loro palese disprezzo. ”Shikamaru -sama apprezza molto la gente di talento come me” sul suo indice  si formò una fiamma bianca che divenne poi uno sciame di farfalle di tutti gli spettri dell'arcobaleno, che volarono per la l’alta sala “ trova sempre il qualcosa di nuovo da farmi fare.”
”Ah,sì, pare siate diventati tra i suoi preferiti molto rapidamente... ”disse senza apparente importanza Jubina”... inoltre tu devi sempre  badare agli insani appetiti del tuo parigrado, il vicecapitano Armin . ”si guardò intorno, cercando la grande corpuratura del militare citato” … non c'è?Sta divorando i cuochi?”
”Forse ha sorpreso un carico di quarti di bue di cui sei responsabile incustodito ” rispose ghignando l'altro, sorseggiando e finendo il liquore ”ti conviene verificare.”
Gli ufficiali della nona s'allontanarono sprezzanti e furono subito dimenticati tranne da Hito che tenne lo sguardo su di loro per poi concentrarsi sui loro bicchieri dove il liquido cominciò ad agitarsi come soggetto ad un' aumento di temperatura.
Sentì dietro di sè una presenza minacciosa e nel riconoscerla s'irrigidì,intimorito.”Capitano Hapi...”
"…"Il captano teneva il suo distintivo  elmo simile al volto d'un pipistrello sotto il braccio sinistro e guardava Hito.Prima d'incontrare Shukamaru Nara il neo-tenente credeva  che solo Hapi potesse sottometterlo con un semplice sguardo.
Il capitano guardò i membri della nona poi di nuovo Hito, avvicinandosi ancora al tenente, che si sentiva come un topo chiuso in un angolo. "Non qui."
Hito abbassò lo sguardo."Non volevo certo fargli esplodere i cocktail,signore." continuò bisbigliando in modo infantile"no, davvero… no, no, no."
Hapi gli diede un buffetto per tranquillizzarlo, strizzando l’occhio.In fondo hito era uno dei preferiti nonostante certe idiozie."Come ho detto … non qui."
Brumi ed Eka si fecero vicini"Ci sono novità signore?"
” Non che vi riguardano direttamente ”rispose lui, osservando un gruppo d’invitati che era appena entrato.”Il 4 ed 8 code continuano a flagellare  le nostre linee di rifornimento ma tutte le divisioni disponibili che si voleva mettere sulle loro tracce sono state schierate dal generale naga e si sono unite a quelle dei governatori. ”
”Certo il generale naga sà bene che è inutile far inseguire una volpe da una una tartaruga.”annuì Eki ”meglio attenderla nel pollaio.”
Anche Hapi concordava.”Isinode invece ha impegnato a lungo lo shiminsame ma l'ammiraglio  .Hidao lo tiene alla larga ”
Hito era interessato però ad altro”No , davvero capitano che cosa vuole fare Shikamaru-sama con quelli della nona?  ”
”Gestiranno le zone liberate insieme alla dodicesima.”replicò tranquillo il loro superiore
Brumi apparve rincuorato.”Cioè dirigeranno il traffico per il governo di Shikamaru-sama? Potrebbero anche riuscirci. "
Hapi annuì ma senza troppa foga."Siamo alla stretta finale, l'ouji ormai sta preparando i piani per la nazione del fuoco "
"Il generale Trebani  però non ha che  19 giorni allo scadere del termine "Hito ridacchiò irriverente "Secondo voi che gli farà Shikamaru-sama se non riesce a prendere la città? "
Eka non trovava la cosa divertente “Fossi in te … mi preoccuperei degli ordini che ci darà per rispettare la sua promessa all'ouj."
"…" Il capitano si servì da un vassoio, rigirando l’uovo nella sua mano e studiandolo”Uova sode... credevo mancassero.”disse allontanandosi da membri delle truppe d’assalto.

Hito lo guardò allontanarsi incuriosito.”Perchè si preoccupava delle sue amate uova?”
Eka ne prese una per sé e ne lanciò un’altra al commilitone”Shikamaru-sama non le apprezza nei buffet. ”
Hito la rigirò tra l’indice ed il pollice”Perchè?Urtano il suo lato garuda?”
Lo spadaccino scosse la testa mentre addentava l’uovo.“Le odia,semplicemente, un altro retaggio della precedente vita.”qualcosa attirò poi la sua attenzione“Sbaglio o quelli della sesta sono più rigidi del solito?”
Brumi rispose senza girarsi verso i militari in uniforme blu scuro.”Sono molto risentiti dalle conseguenze che l'opera di Shikamaru-sama sta portando nelle casate ed ali loro privilegi.”
”Strano che qualche incancrenito sangue puro  non abbia provato a...”Hito concluse il suo pensiero mimando l’atto di sgozzare con una lama.
”Scherzi?”replicò Eka” i sangue puro non riescono neanche a concepire un simile atto contro un membro della famiglia reale.” Tornò a guardare i 4 naga di alto lignaggio ”Per quanto possano avversarlo o sentirti insultati se lui gli dicesse di calarsi i pantaloni e girarsi...”
”Piuttosto secondo voi il generale naga  sfonderà la linea dei bijuu?in tempo utile intendo?”
Brumi aveva una precisa idea in proposito.”In realtà credo morda il freno nell'aspettare l'ordine di avanzare."
Al centro , non solo fisico della celebrazione, vi erano Shikamaru,Kunda e Naruto Uchiha che intrattenevano alcuni dignitari .Shikamaru aveva ora in particolare sottomano l’ultima sua vittima tra i vari funzionari a cui aveva affidato un’importante (e prestigioso) compito .
Costui stava ora scoprendo i lati negativi d’un incontro con lui. L’uomo, di mezzaetà con una fisionomia leggermente sovrappeso cercava di giustificarsi agli occhi del principe “Ouji souzokunin le garantisco che …”
Shikamaru lo interruppe con gesto spazientito della destra.”Non sono interessato a garanzie, responsabile Adashi ma al livello di produzione dell’impianto di assemblaggio di Kugutsu-bushi che ho affidato alla sua supervisione” sorseggiò dal calice di soma e schioccò la lingua.”livello che non incontra affatto la mia soddisfazione.”
”Le produzioni sono proporzionali al numero di operai”replicò l’uomo ”non ho abbastanza uomini.”
Shikamaru sorrise leggermente. Sapeva benissimo che questo era vero ma voleva cucinare Adashi  per bene prima di esporre la sua vera richiesta.”Forse posso allora venirle incontro”fece un gesto ed uno degli assistenti di Satara passò ad  Adashi una cartellina verde scuro” questo modello di Kugutsu-bushi  è stato progettato specificatamente  per rispondere ai miei futuri progetti per la nazione del fuoco.” Accarezzo la guancia destra di kunda e sorrise”Quanti ne può approntare in un mese?”
Adashi inforcò i suoi occhiali e scorse rapidamente i progetti ed i dati tecnici di produzione prima di rispondere. “A prima vista … direi 300 unità forse anche 330.”
Shikamaru sorseggiò di nuovo mentre osservava un gruppo delle truppe d’assalto discutere con uno della nona divisione .Sperava di non dover far fustigare qualcuno.”Ne voglio almeno 400.”
L’uomo deglutì. Era difficile ma certo non impossibile.”Farò del mio meglio Ouji souzokunin.”
”Veda che sia sufficiente, responsabile Adashi ” fece allusivo il giovane nel passargli un bicchiere di un blando alcolico” mi dispiacerebbe dover prendere … provvedimenti.”
Adashi  si bevve l’intero bicchiere in un sorso.”Aumenterò i turni e vedrò anche di implementare il personale.”
”Bene.”Shikamaru gli sorrise soddisfatto e col calice gli indicò il buffet ”Ora si goda pure la festa.”
Appena Adashi si allontanò un’ uomo che non doveva essere lì si fece avanti con Shikamaru salutandolo un ‘inchino. Era il giovane responsabile del tempio del palazzo e teoricamente era lì che doveva trovarsi adesso ricevuto assenso di parlare si avvicinò all’orecchio del principe per non essere udito da altri.”…”Shikamaru riflettè un secondo poi annuì leggermente ”capisco ,mi aspetti nel corridoio nord.”

Hapi stava scambiandosi cordialità con il comandante della dodicesima, vecchio amico e commilitone  del padre che tra l’altro gli aveva insegnato molti trucchi da usare nei terreni boscosi“…”
“Qualcosa non và Hapi-kun?”
“no ,niente …” fece lui alzando con noncuranza le spalle“… credevo d’aver visto Hito avvicinarsi troppo al tuo nuovo attendente sanguepuro e volevo evitare incidenti.”
L’altro annuì comprensivo“Immagino che questi incontri formali siano un ’incubo per te.”i due sorrisero poi Hapi tornò a guardare ciò che aveva allertato l suo sesto senso-Naruto Uchiha è vicino a Kunda-hime… ma dov’è andato Shkamaru –sama senza la sua seconda ombra?
Il responsabile, davanti a Shikamaru di circa 5 metri ,si avvicinò alla snella figura incappucciata in piedi vicino all’altare d’offerte di cibo del grande tempio di cu era responsabile”E’ qui come ha chiesto, signore.”
La figura annuì soddisfatta”Ora lasciaci, uomo degli dei e grazie.”
”…”Shikamaru gli  parlò quando gli ripassò vicino ”chiuda la porta nell’uscire e non faccia entrare nessuno.”Il giovane prete annuì ed obbedì.
Nara poi si avvicinò a sua volta all’altare mentre  l’altro vi prese una ciotola di riso bollito, ingoiandone un boccone ed annuendo soddisfatto dal sapore.
“Jashin…”disse infine il giovane mentre il dio Jashin gli indicò il cibo sull’altare”Genmeji, vieni e serviti con me di queste offerte.”
Dal fondo del tempio si udì il rumore delle grandi porte chiudersi, celando ai mortali l’incontro tra i due dei.
Antichi debiti 154
timeskip e scontro fra titani- o dei o quello che sono
Loading...
“Allora, Raijin ?”
Il ragazzo cominciò a raccogliere le sue cose, apparentemente ignorandolo.Il nibi gli bloccò la strada con una zampa.“Dove pensi di andare?”
”Hai spaventato tutti i pesci... mi sposto.”rispose tranquillo l'altro, aggirando la nera zampa.
Vi fù un soffio irritato ed il nibi diede una micidiale zampata dietro di sè, scaraventando poi un pescegatto di 4 metri davanti al ragazzo.”Ecco adesso hai abbastanza pesce per un mese.”
”...” Il ragazzo salto la creatura che si dibatteva”non mi interessa quello pescato da altri.”
Il due code lo seguiva, assillante .”Davvero non vuoi sapere come ti ho trovato? Potrebbe servirti a nasconderti meglio la prossima volta.”
“Non mi stavo affatto nascondendo mi stavo solo facendo i fatti miei.”replicò con lo stesso tono il sei-code.
Dopo un pò però sospirò.”D'accordo … come hai fatto?”
Il nibi era chiaramente compiaciuto dalla sua resa.”Ho capito che avevi assunto un aspetto umano ma che non essendo certo il tuo forte avevi scelto un'aspetto ben preciso.” balzò sulla terraferma“volendo nasconderti...”
“Ti ripeto che non mi stavo nascondendo.”
Nekomata l'ignorò“... hai scelto l'aspetto di un morto , che nessuno più cercava, e così mi sono recato al fiume sanzu*(* fiume giapponese che alcuni duddisti ritengono avere un ruolo simile allo stige greco.) e lì ho chiesto ai traghettatori la lista di tutti i tuoi jinchuriki visto che erano le persone che conoscevi meglio.”
”Poi mi sono recato...”
“Le fotografie dove le hai prese?”l'interruzione disturbo il nibi ma rispose lo stesso.
”Mi sono travestito da vecchia e sono andato in una biblioteca con l'elenco degli shinobi morti... non è stato certo difficile pensarlo.”
”Se lo dici tu.... sei quello intelligente della famiglia, dopotutto.” replicò il ragazzo e bevette un pò d'acqua dalla borraccia.
”Comunque mi sono recato dallo scricciolo.”
”Ecco … m'immaginavo che ora veniva fuori quell' impiccione.”
Nekomata annuì compiaciuto.”Gli ho mostrato le foto e gli ho chiesto se aveva visto qualcuno di loro in vita  recentemente.”
”Ed il giovane Utakata  era stato visto due giorni fà qui a pescare tranquillo.”
Finita la spiegazione il sei-code aveva raggiunto il posto che voleva.sirisedette e lanciò l'amo.”No.”
”No ,cosa?”Chiese sorpreso il gatto.
L'altro mosse la canna.”Rispondo alla proposta che stai per farmi... non m'interessa quello che sta succedendo.”
”Davvero? Ti assicura che è un conflitto che entrerà nella leggenda, ci sono coinvolti tutti.”si avvicinò allusivo”Dovresti pensare al futuro... ”
”Ci ho pensato .” replicò la donnola decisa, annuendo leggermente col capo.”Proprio per questo rimango qui a pescare.”
”Se...”Cominciò di nuovo Nekomata con tono mellifluo ma fù interrotto.
”Se evito di distruggere ed uccidere indiscriminatamente nessuno avrà motivo di sigillarmi od altro.”
Il nibi si ritrasse come se avesse preso una scossa.”Stai scherzando? Sei un bijuu... distruggere per noi è naturale è quello che facciamo, che abbiamo sempre fatto.”
L'altro scosse la testa.”E' quello che abbiamo fatto finora ma … si può cambiare.”
”Tu cos'hai imparato dai tuoi portatori, Nekomata? Io ho imparato jutsu potenti ma anche altro.”
”Per esempio adesso sò pescare, cucinare col miso e fare ...”alzò una cannuccia creando delle bolle lucide ”... bolle di sapone.”
”Ma di cosa parli?”Il nibi era confuso, scioccato e scandalizzato allo stesso tempo. “Bolle di sapone?Sono cose inutili.”
Le bolle scoppiarono.”Mi sono anche innamorato.”
Le orecchie del nibi si rizzarono.”Ma davvero...lei dov'è?”si guardò bene attorno.” Accudisce i vostri cuccioli?”
”Amava già un ragazzo del suo villaggio.”
Di nuovo il gatto non capiva il senso di quella frase.”Potevi ucciderlo...prendere il suo posto.” fece un gesto eloquente con la zampa. “se vuoi qualcosa allunghi la zampa e te lo prendi come dice sempre Yoko.”
Raijin non rispose subito.”Lei avrebbe sofferto per la sua morte.”
”Non riesci proprio a capire, vero?Probabilmente quasi nessuno di voi ci riuscirebbe.”
fece delle altre bolle e le fece scoppiare con l'indice e sorrise leggermente.”Jutsu, conoscenza di esplosivi e di veleni … cose simili servono solo a fare la stessa cosa che facevamo già prima:uccidere e distruggere.”
Abbassò la testa e scosse il capo.”Aver imparato solo questo …  vuol dire non aver imparato niente dai nostri jinchuriki .”
Un'orrido pensiero si formò nella mente del gatto.”Cioè … vuoi diventare uno di loro? Un'essere umano?”
”Forse...per ora voglio solo starmene tranquillo a riflettere.”
Si squadrarono a lungo poi Nekomata sospirò e si grattò l'orecchio con la zampa posteriore.“ Non c'è niente che possiamo fare per convincerti?”
“Se anche ci fosse.... credi che te lo direi?”
”Oh, no... non volontariamente.”ammise il nibi e guardò il lago che s'infiammava per il tramonto”Sai non ho poi tanto tempo da perdere ... tra 5 mesi devo ritirarmi dal conflitto per via d'un accordo.”
L'altro recuperò la lenza e guardò l'amo.”Se vuoi posso insegnarti a pescare.”
”Oh, no... mi ritirerò dal conflitto ma avrò molto da fare a Konoha.”disse distrattamente
”Credevo d'aver capito che foste alleati con Konoha.”
”E' per via di un accordo con Shukaku, dovrò dargli appoggio con una ragazza locale su cui ha messo sopra gli occhi ...... una certa Hynata Hyuga, molto carina”protese la testa verso il giovane, un lampò malizioso negli occhi ” ma questo già lo sai, vero?.”
Scese il silenzio poi la donnola alzò lo sguardo ed i suoi occhi erano divenuti quelli del sei-code, furiosi e crepitanti di scariche elettriche, mentre  Nekomata continuò sussurrando.”Lo scricciolo mi ha detto anche d'averti visto parlare con lei in un paio d'occasioni durante delle feste paesane.... non sarà per caso lei la ragazza di cui parlavi poco fà, Raijin?”
Le sei code di Raijin erano lame acuminate intorno al collo dell'altro bijuu,letali e pronte a serrarsi.”Stalle lontano... e dì a Shukaku di fare lo stesso.”
Il nibi allontanò una delle lame con noncuranza ma constatando a sue spese che il loro taglio non era certo diminuito.”Spiacente, ma come t'ho detto ho un accordo col tanuki... devo rispettarlo per forza.”
Si alzò, come se stesse per andarsene.“E' colpa del suo maritino che l'ha irritato.”sembrò giustificarsi poi tornò sui suoi passi.”Se da qui al mio dover rispettare l'accordo con Shukaku combatti con noi contro il nagaraja ti rivelerò tutti i più sordidi dettagli e potrai aiutarla ad evitare il peggio e salvarsi, ne sono sicuro.”
Il sei code ringhiò e spezzò la sua canna da pesca ,avvicinandosi all'altra bestia coda.”Comincia a parlare...”
Antichi debiti 153a
mi scuso con i lettori ma ho deciso una modifica e perciò questo cap è "la seconda parte" del precedente
ora ci sarà un timeskip di tre mesi.... uh quanti macelli mentre si avvicinano scadenze interessanti....
Loading...

deviantID

cao-cao
bonamini guido
Italy
cercasi disegnatore stile anime che usa la tavola grafica per collaborazione
chi fosse interessato ad approfondire :iconlionblack88:

AdCast - Ads from the Community

×

Comments


Add a Comment:
 
:icongfriedberg:
gfriedberg Featured By Owner 11 hours ago  Hobbyist Photographer
GRAZIE MOLTO per tutti i recenti 'favoriti' -- sono così felice ti piacciono le mie foto!!
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 11 hours ago
piacere mio ^^
Reply
:iconnenril-tf:
Nenril-Tf Featured By Owner 11 hours ago  Student Traditional Artist
Grazie del fav :)
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 11 hours ago
prego^_^
Reply
:iconhrduin:
HrduiN Featured By Owner 17 hours ago  New member Student Traditional Artist
Thanks for the fave! :)

You could also watch me( I'm at my most active today)

I'm new to DA. Nice to meet you :)

#18thdaytoDA 
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 17 hours ago
ok^^
Reply
:iconhrduin:
HrduiN Featured By Owner 17 hours ago  New member Student Traditional Artist
Thanks..!!!

This means a lot... :)
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 17 hours ago
no problem
Reply
:icontapion32:
Tapion32 Featured By Owner 19 hours ago
Grazie per il fav!
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 19 hours ago
prego^^
Reply
Add a Comment: