Shop Mobile More Submit  Join Login
About Deviant Premium Member bonamini guidoMale/Italy Groups :iconwriters-club-group: writers-club-group
 
Recent Activity
Deviant for 8 Years
3 Week Premium Membership:
Given by an Anonymous Deviant
Statistics 363 Deviations 70,666 Comments 123,465 Pageviews

Newest Deviations

Favourites

Groups

Friends

Activity


Erano passati due dai giorni dal ritiro di Tsunade dalla carica di godaime e la presa dell’ufficio come rokudaime di Kakashi Hatake.Nonostante la sua nomina fosse stata largamente condivisa e che tra i suoi sostenitori ci fosse Shikaku Nara molti sapevano che dietro le quinte suo figlio Shikamaru si fosse espresso in modo non benevolo e molto critico su tale scelta. Tuttavia tutto ciò che si fece intravedere su queste divisioni all’interno del clan Nara fù solo che Shikamaru presiedette alla nomina non tra i membri del suo clan ma  come rappresentante della radice in vece di Danzou.Una posizione più formale che sostanziale a detta di tutti ma giravano perciò molte voci perciò su una sua non continuazione nello staff diretto dell’ hokage e che la radice avrebbe avuto così lui come vertice, dopo un formale ritiro di Danzou Shimura e certi pessimisti ci vedono , in questo possibile sviluppo,  l’esistenza futura d’ un’anti-hokage.
”Mi ha mandato a chiamare rokudaime sama?”
”Sì,Shikamaru.”Kakashi congedò gli altri presenti con un gesto. ”chiudi la porta.”Shikamaru obbedì, aggiungendo alla chiusura della porta la posa d’uno dei suoi sigilli silenzianti ma Kakashi non si scompose né si preoccupò .Sapeva che l’altro voleva solo assicurarsi che nessuno  da fuori si mettesse in mezzo mentre loro si chiarivano. ”Volevo sapere se il discorso che mi facesti anni fa non è cambiato. Sai, quello sulla possibilità che Konoha avesse la malsana idea di nominarmi hokage.”
”… Sì”Annuì lui con un leggero inchino formale ”ha la mia lealtà ed il mio appoggio,rokudaime , inoltre le garantisco  l’appoggio della radice.”
L’uomo  prese delle cartelline dal lato destro e ne aprì una di colore rosso.”Molto bene … allora visto che il tuo rispetto non rientra nei nostri rapporti sei esentato da usare formalismi e titoli che non ritieni io meriti se siamo soli.”
Shikamaru si protese verso di lui.”Come desideri,Kakashi.”
Il rokudaime gli illustrò i documenti dentro la cartellina. Riguardavano disposizioni per la radice e Shikamaru Nara.”Ora voglio che tu mantenga i tuoi incarichi formali ed informali … a meno che tu non ritenga  che ci sia qualcuno che ti sia troppo gravoso e che ostacoli la tua possibilità di eseguirli.”
Chiaramente Nara si aspettava quelle richieste e le supportava. Esattamente come lui Kakashi voleva che dopo la discussione su di lui non ci fossero ulteriore divisioni.”No, ma avrò sempre meno tempo per le operazioni esterne alla nazione per via della sezione sviluppo.”
”D’accordo.”fece lui preparando una nuova disposizione e passandogliela. Una disposizione molto personale nei suoi riguardi. ”ma in proposito voglio che raddoppi le visite psichiatriche.”
”Se è un ordine non obbietto.”Shikamaru apparve divertito ”sei rimasto tanto impressionato dal mio fascicolo?”
”…”L’uomo lasciò perdere. ”piuttosto … ritieni ci siano soggetti interni che minaccino Konoha?”
”Se intendi soggetti da spedire al cimitero no ma alcuni nomi da caldeggiare per operazioni a lungo termine lontano dal villaggio li ho.”allungò un foglietto ”ecco.”
L’altro lo lesse,un’ elenco di soli quattro nomi.”Ritengo che non sia possibile darti torto od ignorare il tuo parere in proposito.” Concordò l’hokage"li spediremo il più lontano possibile ma …" Indicò però  uno dei nomi“… lui non era uno dei tuoi sostenitori?”
“Sì… ma non vuole accettare la tua nomina,nonostante le mie pressioni in merito .” Spiegò l’altro“la sua utilità per me è un conto ma viene dopo la sua pericolosità per l’equilibrio  di Konoha…  inoltre darò a te la colpa del suo allontanamento.”
Il rokudaime ridacchiò a quel pragmatismo e prese un’altra cartellina,di colore azzurro“Voglio poi nominare dei nuovi team quest’anno all ’ accademia e quindi  nominare dei nuovi capiteam visto che Gai e Kurenai sono tornati al ruolo attivo esterno e bisogna fare posto alla tua generazione : Neji ,Kiba e… Naruto”
Kakashi sottolineò l’ultimo nome ,aspettandosi una critica che invece non arrivò.”Mi aspettavo un dubbio,uno sbuffare … od un ‘che seccatura’.”
”Ogni cosa che distacca ulteriormente Naruto da te per me è cosa positiva per lui e per Konoha.” Replicò l’altro con durezza per poi però farsi allusivo. ”anche se eviterei di scegliere come team da assegnargli un promettente talento di una famiglia altolocata, un buffone idiota ed una kunoichi di buona presenza.” riallungò lentamente verso l’uomo la cartellina”altrimenti rischiamo per davvero di far passare alle altre nazioni  l’idea che non cerchiamo d’addestrare shinobi ma che perpetuiamo solo fallimenti.”
”Fallimenti?”
Shikamaru fece spallucce”Esatto,Orochimaru,te e Sasuke … perché non proviamo ad evitare di gettare tutto nel pattume a questo giro?”
“Hai molta esperienza come responsabile disciplinare della radice,vero?.”Disse l’altro dopo aver fatto una rapida valutazione del discorso. ”Lavora ufficiosamente con l’accademia e crea dei gruppi teorici.”


Kakashi aveva letto attentamente i  gruppi teorici creati per Neji,Kiba e Naruto da Shikamaru in appena due giorni. Tutti questi  erano stati molto ben motivati dallo shinigami.”Quindi secondo te questo è il gruppo adatto  a Naruto?Certo per perpetui lo stereotipo:Tre ragazzi, di estrazione familiare anonima e tutti portati principalmente per il taijutsu.”
Il giovane annuì sull’ultimo punto”Esatto, anche Naruto arriverà a capirne la predisposizione e non li danneggerà con le sue mancanze in altri campi.”
Il rokudaime aveva però notato anche un altro tratto comune,negativo, agli studenti”Hanno però tutti  un chiaro problema con l’autorità … perché metterli assieme?”
Shikamaru replicò tranquillamente,in modo analitico.”Perché Naruto non conterà sull’ autorità che gli deriva dall ’essere designato come  loro sensei da te ma dall’ esempio che vorrà dare a giovani che possono ricordargli lui a quell’ età e dal voler essere per loro come i suoi maestri sono stati per lui.”
Kakashi dovette riconoscere che il discorso di Shikamaru tornava,come sempre del resto.”Da come lo descrivi mi sembra quasi …”
il giovane lo precedette”Gai-sensei?Esatto,ritengo che Naruto sarà molto simile come approccio ma in ogni caso sta a te decidere … io sono solo un consulente.”senza aggiungere altro Nara uscì dall’ ufficio del rokudaime.


Kiba e Naruto erano stati convocati la mattina molto presto al palazzo degli hokage per ricevere le nuove disposizioni che li riguardavano ed ora manifestavano nell’uscire dall’edificio la loro eccitazione e soddisfazione.“Un altro grande passo verso essere hokage ,Kiba.” Fece il biondo colpendosi il palmo destro col pugno sinistro.”Naruto-sensei… come suona?”
”Da brividi.”replicò l’Inuzuka nel grattare il collo con vigore al suo cane ”Comunque …  ti sei forse dimenticato che sono stato nominato sensei anch’io?”si tirò il colletto del giubbotto protettivo con strafottente sicurezza.”Forse è davvero un passo per divenire hokage… ma per me.”
Naruto gli mise il braccio intorno al collo,sogghignando.”Tu hokage, Kiba?Al posto mio?Ma se ti ho sempre battuto, fin dal primo esame dei chunin che abbiamo sostenuto.”
L’altro gli battè l’indice in fronte due volte,sfottendo.”Forse … ma chi è rimasto genin fino a 19 anni?”
Il biondo gli prese il colletto.”Vuoi che ti faccia volare fino alla foresta della morte,cagnaccio?Adesso?”
”Voglio proprio vedere come faresti , gama” puntò il dito al petto dell’altro.”prima che tu possa entrare nella tua tanto famosa modalità eremitica  io ti…”
Si divisero d’istinto nel percepire  una minaccia che stava per colpirli. Una falce a doppia mezzaluna cadde pesante,dove si trovavano pochi istanti prima, sollevando polvere e detriti nel colpire il terreno.
Naruto Fece un fischio.”Cavoli ... ci è mancato poco.”
Kiba digrignò i denti verso il loro aggressore,pronto a  stenderlo  con un colpo ben assestato.”Shikamaru , sei uscito di testa del tutto?”
"…”Shikamaru estrasse la lama,liberandola dalla polvere terrosa prima di riappoggiarla sulla spalla, scuotendo la testa alle loro proteste. ”state dando uno spettacolo indecente ad accapigliarvi così in mezzo alla strada principale alle otto  di mattina … farete pensare che il rokudaime ha commesso una grave leggerezza a nominarvi capoteam.”strinse gli occhi,accennando un leggero sorriso”e noi non vogliamo certo che questo succeda,vero?”
Naruto non si fece per nulla intimorire e gli diede un colpo amichevole sulla spalla.”Invidioso,eh?Siamo divenuti sensei… e tu?Tuuuu?Primo come chunin ma ultimo come sensei… dovresti impegnarti .”
Kiba scioccò la lingua,imbarazzato.”Naruto… guarda che Shikamaru è equivalente ad un sensei nella radice da prima che pain ci attaccasse.”
”Eh?”l’Uzumaki guardò prima Kiba poi Shikamaru poi di nuovo l’Inuzuka”Perchè non me l’ha detto nessuno?”poi fece un rapido conto sulle dita.”Allora ha avuto decine di apprendisti.”
”….”Shikamaru scosse la testa ”è scritto nei documenti ufficiali se ti fossi mai preso la briga di leggerli e se t’interessano i dettagli… ho avuto 15 studenti che ora sono chunin.”
L’altro si grattò la tempia.”Cioè … responsabile disciplinare credevo fosse solo  una specie di maestro delle punizioni.”
“Lo è  “Nara annuì” e comunque se ci tenete a saperlo sono molto seccato dalla vostra nomina,visto che il rokudaime  mi ha assegnato  a fare da supervisore al vostro primo tentativo ,come traviatori di genin incolpevoli.”
”Supervisore?”chiese dubbioso Kiba mente Naruto reagì molto offeso.
”Traviatori?Cosa ti fà dire una tale...”
Non finì la frase perché una bomba, dalla forma di un allievo dell’accademia, lo colpì,attaccandosi saldamente alla sua schiena.”Shannaroooo!!!!Sapevo che seguire Kiba-ojisan era la mia occasione.”
Shikamaru si mise la mano sulla faccia a quella vista,sconsolato.”Appunto...”
Sato Haruno si era intanto avviluppato intorno al braccio destro  di Naruto,urlando la sua sfida.”Naruto-ojisan, oggi ti metterò schiena a terra.”
Il biondo se lo staccò con una torsione,digrignando però i denti per lo sforzo.”Sato, non adesso,devo...”fu zittito da un piede in piena faccia.
”Uno shinobi è sempre pronto.” Sentenziò Sato,rinnovando il suo attacco.
Kiba mugolò  insieme al suo cane a quella vista, sperando che Sakura non si fosse accorta dell’uscita di soppiatto del figlio, poi notò che lo shinigami aveva tirato fuori qualcosa da sotto il giubbino verde.”Che stai facendo, Shikamaru?”
"Il mio lavoro"rispose atono lui mentre faceva scorrere rapidamente il pennarello nero sul foglio dell’agendina di pelle scura. ”Annoto... ti consiglio di prepararti una prova efficiente, Kiba.”
”Naruto ... il tuo gruppo dovrà eseguire la prova al terzo campo d'addestramento tra due giorni.”passò un foglio al biondo ,ora seduto sul figlio di Sakura. "l'ho scelto apposta per te."
”...” il biondo guardò il foglio con l’appunto e gli sorrise grato”grazie ,Shikamaru.”
”E ' l'unico che mi dava la certezza che non ti perdessi  nel raggiungerlo.” Replicò indifferente lo shinigami nell’allontanarsi lungo la strada."Non apprezzerò tuoi atteggiamenti  di ritardo."


Il giorno del test, quasi tramonto,Naruto si passava il palmo della destra sullo zigomo dove era stato colpito dal ragazzo. Guardò tutti e tre i neo-genin  poi si mise i pugni sui fianchi e sorrise"Siete...promossi.E domani compierete la vostra prima,vera missione.” si allontanò dallo spiazzo in direzione del villaggio ma si fermò dopo essere entrato nella selva.
”...” Naruto guardò l’ombra proiettata da uno degli alberi e si avvicinò, appoggiandosi poi  al tronco”ti sei divertito,Shikamaru?”
”Che razza di prova credi d'aver fatto?”La figura dello shinigami emerse dall’ ombra di fianco al biondo, mettendosi lentamente ritta di fronte a lui. ”in pratica li hai solo sbattuti a terra per ore.”
”Esatto”replicò lui convinto,indicando i ragazzi con lo sguardo pieno di soddisfazione. ”e si sono sempre rialzati .Si sono lamentati dei lividi e della fatica ma alla fine si sono lanciati tutti insieme e sono riusciti a colpirmi.”alzò in successione tre dita”uno ha fatto la finta,l'altro mi ha bloccato il braccio ed il terzo mi ha colpito .Questo è il mio metodo ... ovvero sapere da che livello partono .Dove arriveranno... bè dipende da loro ma il mio dovere è permettergli di esprimersi al massimo.”
” Esprimersi al massimo...”Shikamaru riguardò i ragazzi che si allontanavano gongolanti ,alzando il sopracciglio sinistro.” e se ciò che si trovano davanti fosse troppo per il loro attuale livello?”
Naruto gli sorrise e si puntò l’indice destro al petto.”Allora la differenza la metterò io,tranquillo.”

” La differenza la metterò io?” il rokudaime era visibilmente soddisfatto.”Così ti  ha detto,eh?”
”Non sorriderei  troppo se fossi in te,Kakashi.”fece Shikamaru,mezzo risentito dalla reazione divertita dell’altro. L’altro rilesse le annotazioni dello shinigami sullo svolgimento del test.
”In effetti sei tu che dovresti sorridere... non ha fatto niente di quello che ho fatto io, come tu speravi.”
Shikamaru riguardò ancora le schede dei ragazzi assegnati a Naruto. Kakashi aveva ragione  ma appariva dubbio solo stesso.”Il problema vero è che non ha contemplato fin dall'inizio che potessero non essere adatti, né singolarmente né come gruppo.”
Il rokudaime  guardò fuori dalla finestra, in apparente disinteresse.”Non sono dunque adatti per te quei ragazzi?”
Lo shinigami riflettè molto bene prima di rispondere .”No... a modo suo la prova è stata valida : ha tirato fuori un gioco di squadra molto efficace.” Si girò per uscire ma nel chiudere la porta il rokudaime espresse il suo giudizio.
”Non lascerà mai nessuno indietro di sua scelta,Shikamaru. Nemmeno te.”
Erano passati dieci giorni dall'attacco ed i danni a konoha erano stati riparati, almeno quelli fisici ed ormai solo dove sorgeva il quartiere Uchiha si trovava la palese traccia dell'accaduto: di ogni edificio non era rimasta traccia alcuna né una trave bruciata od una tegola dei tetti.
Niente, come se non fosse mai esistito.Nel palazzo dell' Hokage si stava tenendo una riunione ristretta insieme a Kankuro,inviato da Gaara suna con un seguito ridotto era lì per rafforzare ciò che si stava per dire ma fu Kakashi a prendere la parola per primo.“E' una dichiarazione di guerra, una nuova guerra dopo quella dichiarata da Madara.”aspettò che la sua frase fosse appieno assorbita dai presenti. Il silenzio era assordante.Le nazioni non si erano ncora del tutto riprese dallo scontro degli anni precedenti“Non a Konoha e a Suna ma alle nazioni del fuoco e del vento ed inoltre siamo sicuri che anche la nazione dell' acqua sarà attaccata e questo naturalmente coinvolgerà i piccoli paesi vicini.”Guardò di nuovo i presenti tutti capivano il concetto. Bene ,perchè senza che questo fosse chiaro era del tutto inutile continuare.
”Shikamaru,riassumi tutto ciò che sappiamo e le nostre  conclusioni.” IL giovane si alzò e si mise alla sua destra.“Il nostro nemico non è un villaggio nascosto od un'organizzazione come akatsui ma una nazione o regno straniero alle 5 nazioni ninja e  perciò disporrà di eserciti regolari ed apparati logistici di provata efficienza ma chi sia questa nazione o dove si trovi per ora è ancora sconosciuto.”Girò il foglio della cartella che teneva in mano.“Altrettanto sconosciuti risultano i motivi politici di questi atti,dato che esulano tutte le questioni politiche esistenti dentro e fuori da questi stati”il suo sguardo si posò su  Hiashi Hyuga che prese la parola.“I miei colloqui con rappresentanti delle nazioni ninja l'hanno escluso e loro per primi sono preoccupati.La nazione dell'acqua ha espressamente dichiarato l'accesso libero al suo territorio a team congiunti di konoha e suna se accetteranno un supervisore scelto da Kiri “Si rimise a sedere ma questa concessione era senza precedenti e di chiaro significato politico.
Shikamaru riprese la parola.”Il nostro sforzo ,volto a capire appieno l'azione dei nostri nemici a konoha, ha prodotto delle precise conclusioni ”lesse i suoi appunti per essere certo di non dimenticare nulla " l''azione dell'individuo noto come Keyoshuko ha permesso di capire che negli archivi storici del clan Hyuga dovevano esserci informazioni preziose ma l'intero archivio è distrutto,dissimulato tra le esplosioni fatte per attirare l'attenzione degli anbu durante l'attacco inoltre ha posseduto Ino perché conducesse lui ed i suoi complici in un luogo specifico"Fece una pausa ,per mostrare alcune fotografie ."Ovvero dove ci scontrammo con i membri dell' akatsui Kazuzu ed Hidan e collegato a questo l'attacco all'ospedale aveva probabilmente proprio come scopo primario distruggere il corpo di Kazuzu nell'obitorio,insieme a tutti i dati su di lui scritti all' epoca da tsunade-sama,dato che i corpi dei due gregari abbattuti da Naruto presentano con esso inquietanti similitudini,ma nulla di più."aggrottò la fronte.“ Keyoshuko ed i suoi  avevano un' compito preciso in quella foresta: hanno disseppellito il compare di Kazuzu ,Hidan ma solo la testa risulta però mancante e ci siamo chiesti il motivo ed alla fine io e Keiichuko pensiamo di averlo trovato .”
Il ninja di suna prese la parola.”Sono probabilmente interessati alle basi nascoste ed alla rete di uomini di akatsui che sono ancora reclutabili,per usarli come logistica nelle nazioni che vogliono occupare.”
Occupazione. la parola era terribile nella sua chiarezza ai presenti mentre Shikamaru continuò.
”Sappiamo che l'individuo che ha trafugato il materiale a suna ed in altri luoghi è un loro agente e  tracce riconducibili alle sue arti sono state riscontrate in furti di documenti dagli archivi delle nazioni interessate e"girò ancora un foglio d'appunti "sono due i tipi di documenti trafugati .Il primo riguarda cronache databili a 90-80 anni fa,il che ci riporta all'archivio Hyuga, mentre il secondo riguarda fascicoli su vari individui :monaci,funzionari,intellettuali e shinobi dei villaggi nascosti... tra cui anche alcuni dei presenti.”Alzò per un'attimo lo sguardo sui presenti per poi riabbassarli .“Le sottrazioni sono avvenute negli ultimi due anni,come minimo, da ciò che Si è lasciato sfuggire  il tizio da me incontrato è supponibile che un certo Dathri-kima abbia dei piani su questi soggetti ,che esulano la loro eliminazione.”Girò ancora una volta pagina.“Questo regno appare dotato di esseri non-umani al suo servizio, come questo Gerami,e probabilmente è stato un rifugio per shinobi di grande capacità in disgrazia,come Keyoshuko e Kazuzu e dato che entrambi sono stati in grado di prolungare la propria esistenza in modo innaturale, probabilmente proprio grazie a risorse ottenute dai loro protettori,  non è escluso ma anzi possibilità ben concreta che altri creatori di tecniche proibite o sigillate abbiano trovato rifugio presso tale nazione ed anche se non sono più in vita le loro tecniche sono di certo nell' arsenale del nostro nemico.Abbiamo due principali indizi su cui lavorare ."
Arrivò all'ultimo foglio d'appunti."Il primo è che la nazione dell'acqua deve nascondere la testa di ponte del loro progetto: non solo Gerami il rospo è ricordato in alcune sue storie ma i primi atti di sottrazione e di rapimenti sono stati laggiù"prese una scatola posta sul tavolo e ne mostrò il contenuto ai presenti. ”Il kunai di Madara è legato a loro e questo spiega la distruzione del quartiere Uchiha: forse li c'erano degli indizi o forse no ma di certo loro lo temevano e senza questo kunai e quella colonna di fuoco non l'avremmo mai saputo dato che la distruzione di quelle case sarebbe sembrata solo un corollario alla morte degli anbu ed alla prova di forza che hanno voluto fornire.Inoltre la scritta apparsa su di esso richiama il codice segreto d'Orochimaru perciò il tutto ci porta ad unico possibile luogo per avere aiuto ed informazioni ”Guardò Naruto che si trovava appoggiato al muro con una certa preoccupazione ma era impossibile scrutarne i pensieri.”Il villaggio del suono.”


Il sovrano dell'inferno senza stelle rimirava la pozza d'acqua  in cui,con un semplice pensiero, aveva ricreato la figura tridimensionale in scala delle tre nazioni ninja oggetto delle sue attenzioni :fuoco ,acqua e terra .Naturalmente vi erano anche altri paesi minori nell'insieme ma erano pedine secondarie.  Dathri-kima era al suo fianco,come sempre,  ma oltre a lui nella sala erano stati ammessi solo uno scriba e dei servitori che portavano vari rotoli e documenti. “Il nostro ospite si trova a suo agio?”Chiese senza staccare gli occhi da quella visione in cui ai suoi occhi blu sembrava non sfuggire una sola città,foresta o montagna.
“Abbastanza e credo che sia propenso ad aiutarci ma mi permetto di suggerire un' incontro.” Rispose l'alta figura ed il sovrano annuì.”Organizza pure per questa sera a cena e senti quali sono i suoi piatti preferiti.”Dathri-kima fece un gesto allo scriba che vergò il volere del loro signore mentre  lo sguardo di quest'ultimo si focalizzava ora sul paese dell'acqua. “I piani per l'invasione delle isole?”
“Il generale-naga Tokiu ha finito di visionare tutti i dati raccolti nonostante tanto tempo lontano dalla corte non si è smussato nella scaltrezza ma ha richiesto l'ausilio di alcuni nobili e membri di palazzo messi in disparte durante la vostra assenza, alcuni di questi  sono stati anche allontanati fisicamente dalla corte.”
La decisione in merito fu immediata.“Reintregrali a palazzo sotto il suo diretto comando con effetto immediato e fai tacere i loro contestatori.Se lo ritieni necessario  assegna pure a questi dei ruoli d'importanza ma lontano da qui ed ogni simile richiesta da parte di Tokiu o da chi ricopre suo pari grado approvala senza neanche dovermela sottoporre.”.
Lo scriba vergò di nuovo le decisioni del sovrano mentre Dathri-kima parlò sottovoce,dopo essersi chinato verso l'orecchio del sovrano.“Mi sono permesso di precederla  ed entro domani lo staff del generale-naga sarà al completo.”
il sovrano sorrise poi riprese.“La produzione bellica?”
La figura longilinea mostrò alcuni documenti che portavano la sua firma.“Ho nominato un unico direttore sia delle forge che della sezione sviluppo così andranno di pari passo con ciò che metterò a punto con il materiale sottratto e ciò ci eviterà impedirà ritardi e fraintendimenti fra i due uffici .”
“A questo proposito... cosa mi dici  delle tue ricerche?”A questa domanda gli sottopose Dathri-kima un documento senza firma.“Datemi sei mesi e l'accesso ai condannati a morte come cavie.”
Il sovrano appose il suo sigillo al documento,senza neanche leggerlo.“Concesso ed ora veniamo all'ultima faccenda ma forse la più importante per il futuro che attende queste terre. Procedi pure Dathri-kima.”I servitori si avvicinarono e  Dathri-kima prese il primo dei fascicoli che avevano superato il suo giudizio severo.“Primo candidato. “A queste sue parole la pozza si sollevò a formare la figura d'un giovane shinobi dopodichè l'alta figura riprese a parlare,dopo aver aperto il fascicolo”Shikamaru Nara di konoha....”


La valle dei vapori rossi era nota a molti nelle nazioni ninja ,anche se ben pochi l'avevano mai visitata per davvero .Doveva il suo nome ai vapori che si sprigionavano da pozze d'acqua calda altamente ricche di chakra che la rendevano rigogliosa d'ogni specie animale o vegetale, mentre grandi ombre erano spesso visibili fra i vapori ed i rari visitatori avevano nei secoli riportato la loro appartenenza a potenti creature che visitavano il luogo per vari motivi .Anche i  bijū venivano qui per nutrirsi del chakra   presente o per altri motivi ,conosciuti solo a loro e di fatto in questo momento uno delle grandi bestie-coda era lì adesso.Il kiuby era parzialmente immerso nel più grande dei laghi della valle .
La parte inferiore del suo corpo era nell'acqua e le code si muovevano pigramente, ora seguendo le correnti ,ora creandone di proprie .Era in quella posizione da otto mesi e si godeva il dormiveglia,finché i suoi sensi non percepirono l'altra presenza e senza cambiare posizione od aprire gli occhi si rivolse al nuovo arrivato.“Se vuoi farti una nuotata nekomata ci sono altri laghi.”
”Non preoccuparti passavo solo di qua per caso e volevo farmi una bevuta...”replicò il due code ed abbassando il muso verso lo specchio d'acqua ne assorbiva il potere”...vedo che ti stai rilassando.”
“Dopo tutti quegli anni con un petulante umano come portatore volevo silenzio... non hai idea delle idiozie che ho dovuto subire.”
Il nibi sogghignò.“Il problema è che non sei abituato a stare dentro di loro.Io ho sempre pensato a quella situazione come ad un' occasione, le loro esistenze possono lasciarci qualcosa di molto utile.”
Il nove code soffiò irritato attraverso le narici ed inclinò la testa sul lato opposto.”L'unica cosa che mi ha lasciato quello è un desiderio di distruggere ogni bancarella di ramen su cui poso gli occhi...ora  perché non trovi qualche individuo in cui farti rinchiudere?”
Il due code ribatté serio.“Forse lo farò”
Il kiuby sbuffò scandalizzato e stettero in silenzio per alcuni minuti.“Sai,alcuni giorni fa ero nella nazione del fuoco ed all' improvviso è sorta la colonna di fuoco verde da Konoha”.
Le orecchie del kiubi si rizzarono anche se parlò con tono svogliato.“Ed allora?”
L'altro continuò con studiata non curanza.“Pensavo che t'interessasse.Comunque sono andato a vedere ed il rospo velenoso stava spaccando un po' di teste.”Riprese ad assorbire il potere del lago.
“Era superfluo dire cosa faceva,visto che non è stagione per gli accoppiamenti.Quello alla sua età dovrebbe darsi un contegno.”
“Tuttavia...” riprese serio Nekomata”... è certo .LUI si è messo in movimento.”
Il kiuby girò la testa verso di lui ed aprì gli occhi.”Sono solo le prime avvisaglie ,niente di davvero serio.Il patto che lo frenava si è sciolto con la morte di Madara Uchiha solo pochi anni fa e lui fa le cose un passo alla volta,non è come noi .Il suo agire richiede tempo.”Alzò due delle code per farle ricadere pesantemente nell'acqua :l'onda arrivò quasi a lambire gli occhi dell'altro bijū che continuò tranquillamente ad abbeverarsi,ignorando la provocazione.“Non capisco di cosa ti preoccupi...non ci riguarda. Il fato di quelle terre e di quei popoli è segnato da quando il sovrano dell'inferno senza stelle l'ha deciso,com'è suo diritto.Dovrebbero ringraziare Madara Uchiha ed Hashirama Senju per aver condotto le loro esistenze come hanno voluto più del dovuto.”
“Il problema è che non riusciremo a starne fuori e tu lo sai molto bene ,dato che  Uchiha e Senju ti hanno usato contro di lui,per costringerlo all'accordo.”
“Ti sei fatto soggiogare troppe volte ,nibi .Ora ragioni come gli umani. “Si rizzò sulle quattro zampe e s'avvicinò.”Noi siamo i bijū.Sotto il sole o sotto la luna lottiamo ,tra la neve dei monti o la sabbia dei deserti distruggiamo .Questa è la nostra natura da sempre ed anche quando riescono ad imbrigliarci continuiamo a farlo  perciò che  Madara ed Hashirama mi abbiano usato nella loro lotta contro di lui non ha importanza per me: siamo come le altre calamità ed attraversiamo le terre nella direzione che vogliamo e per noi abbattersi su d' un terreno disabitato od una città popolosa è indifferente ,proprio come se a farlo fosse un terremoto od una carestia.”Avvicinò la testa al due code per sottolineare il suo pensiero.“Certo che ci useranno.....e ti dico che saranno gli uomini a farlo perchè lui non ha bisogno di noi,lo sai.”
L'altro sollevò il muso dall'acqua.“Appunto”Sfidò lo sguardo del nove code. “E' vero che forse ho cominciato a ragionare come gli umani ed è vero che mi preoccupo ma non mi preoccupo per loro.Mi preoccupo per noi bijū”La volpe apparve confusa a quell'affermazione.“Siamo come le altre calamità ,hai detto bene ma quand'è l'ultima carestia a cui ha permesso di colpire impunemente il suo regno?L'ultimo invasore che abbia vinto contro di lui o che sia sopravvissuto per raccontare il suo tentativo?O qualsiasi altra calamità che abbia seriamente infastidito i suoi sudditi?”
“Protegge il suo regno com'è suo dovere ed allora? ti piace vincere sempre?”
“Non capisci.Nel suo regno non c'è posto per noi. Quand'è che hai mai sfondato le mura del suo palazzo?o sei riuscito ad abbattere l'ultima sua legione?In ogni incontro ad un certo punto abbiamo girato le nostre code, dicendo che non ne valeva la pena,che era più appetibile ora quell'altro regno,ora quel monte boscoso. abbiamo detto tante cose ma c'era un' unico vero motivo”Abbassò il capo di nuovo verso l' acqua, specchiandovisi“Di fronte a lui abbiamo sempre perso alla fine.”Si girò per andarsene.“Ai bijū serve lottare e devastare per esistere ma sotto di lui non possiamo e sarà la nostra fine: ci rinchiuderà in qualche modo,per sempre ed allora potresti ritrovarti a rimpiangere il tuo ramen.”
Balzò via e rapidamente fu fuori dalla vista del nove code.Il  kiuby si reimmerse nella pozza e per la prima volta nella sua esistenza cominciò a pensare al futuro.
preparatipi e ponderazioni
............guerra,guerra,guerra
Loading...
Il cervo si avvicinò timidamente all'abbeveraggio,un torrente che s' immetteva poco più a valle in un lago di modeste dimensioni.Ve ne erano tanti nella nazione dell'acqua.L'animale era vissuto molto a lungo ,grazie alla sua prudenza ,ed aveva dato origine a molti discendenti e di fatto lo si poteva considerare molto ,molto anziano per la sua specie.Lo stesso pensiero attraversava in quel momento la mente del giovane cacciatore che lo scrutava dalla collina ,sull'alta sponda del torrente .Suo padre gli aveva saggiamente insegnato che uccidere esemplari di quell'età manteneva sano lo stesso cervo. Era un gran d'uomo suo padre e lui,come suo fratello maggiore, lo ascoltava sempre. Il cervo aveva sì percepito la presenza del cacciatore ma era tranquillo dato che nella sua mente l'equivalente della sua specie di 600 metri li dividevano e ne percepiva chiaramente l'odore. Troppo distante perciò per essere una minaccia e così il fatto di ritrovarsi tre frecce nel cuore appena toccò l'acqua lo sorprese.
Il giovane cacciatore si mosse con passo spedito verso il suo trofeo . Indossava umili vestiti e dimostrava circa vent'anni ed il suo aspetto,se si escludevano  i lineamenti marcati e gli intelligenti occhi verde scuro ,non era poi diverso da altri giovani in questa od altre valli vicine così l'unico dettaglio anomalo era l'arco che portava, in metallo nero e con tre incavi per le frecce.Arrivato alla sua meta si accorse di non essere solo e si girò velocemente,con tre frecce già incoccate.  Su d'una roccia a venti  metri dietro di lui vi era un 'individuo alto e robusto con il volto parzialmente celato dal cappuccio del mantello da viaggio che portava che stava tranquillamente seduto.
Il giovane era rimasto stupito:tranne suo padre e suo fratello nessuno era mai riuscito a sorprenderlo così e nell'arroganza della gioventù pensava che neanche gli shinobi di kiri potessero farlo.
“Come ti chiami ragazzo?”Lo straniero non appariva  per niente intimorito dall'arma del cacciatore.
“Shitsuo e se vuoi il cervo lascia perdere ...appartiene alla mia famiglia ora.”
L'altro alzò la mano. ”Non voglio derubarti, voglio parlare con  tuo padre.”
“E chi saresti tu?” Lo straniero si calò il cappuccio: doveva avere circa  venticinque anni,l'età di suo fratello Shiko, ma aveva profondi occhi verde smeraldo,gli stessi di suo padre. “Mi chiamo Kukotsuo... sono tuo zio.”

Shitsuo portava il cervo in spalla e guidava il presunto zio a casa,non si erano scambiati una sola  parola per tutti i quaranta minuti del tragitto ma l'uomo era riuscito a stargli dietro senza fatica.L'abitazione era uguale a qualsiasi abitazione della zona e solo la forgia sul retro la differenziava .
Davanti ad essa due giovani stavano spaccando legna .Quello rivolto verso di loro assomigliava al giovane cacciatore ma aveva gli occhi d'un verde leggermente più acceso ed appoggiata vicino a lui si trovava una naginata composta dello stesso metallo nero dell'arco di  Shitsuo ,la cui lama presentava il disegno cesellato d'un naga azzurro.L'atro giovane era a torso nudo e dava loro le spalle così i nuovi arrivati potevano vederne l'elaborato  tatuaggio che ne ricopriva la schiena ,rappresentante un naga azzurro che cingeva il  mare con due armi circolari verdi strette fra le mani.Arrivati vicino Shitsuo prese la parola.”Padre quest'uomo...”
“Shitsuo ,Shiko entrate in casa” Il tono non ammetteva repliche ed i ragazzi obbedirono mentre un nuovo ciocco fu posto sul ceppo. “Che cosa vuoi?”
”Parlarti”
L'altro alzò la scure. ”L'abbiamo già fatto trent'anni fa o mi sbaglio?”
Il pezzo di legno fu troncato di netto mentre Kukotsuo indugiava ,messo a disagio.”Ho faticato più di quanto pensassi per rintracciarti infine ho incontrato Shitsuo presso il fiume ... mi sembra un bravo ragazzo.”
”Lo sono entrambi ” II padre dei ragazzi prese un altro ciocco di legno.
”Naturalmente”Replicò l'altro impacciato. ”Tu e Shiku siete molto fortunati.”
”Lo eravamo. “ Piantò l'accetta nel ceppo e si girò.”E' morta 10 anni fa ... di malattia.”
Kukotsuo si rattristò visibilmente. “Sono addolorato ,Tokiu”
”Lo so che sei sincero ma so anche che lui direbbe...”La  sua voce divenne un'imitazione perfetta di quella di Gerami” te l'avevo detto ,non dovevi sposarla,era solo un' umana.”
”Adesso sei ingiusto con nostro padre ...lui voleva solo il tuo bene e lo vuole ancora”fece una pausa“Voleva risparmiarti il dolore di perderla.”
”Forse hai ragione”guardò verso la sua casa.”Divenendo padre un pò mi sono riconciliato con lui...”Poi il tono tornò aggressivo. “Sei qui per dirmi che il vecchio ha cambiato parere?per una cosa del genere pensavo di aspettare almeno altri sessant'anni.”
Suo fratello scosse il capo. ”La posizione di nostro padre non è cambiata.”
”Allora cosa vuoi? “
“Sono qui per ordine del sovrano dell'inferno senza stelle.” Il loro sguardo s'incrociò e calò il silenzio mentre Kukotsuo allungò da sotto il mantello un rotolo con i rinforzi elaborati realizzati in metallo nero .
Il fratello ne apri il sigillo e ne controllò l'autenticità ,poi lo restituì. “Sai cosa dice?”
Kukotsuo annuì leggermente col capo.“É stato dettato in mia presenza”
“Riassumimelo,allora.”
”Tutti i tuoi titoli e privilegi ti sono restituiti e la tua famiglia sarà ammessa a corte”
Tokiu guardò in direzione del bosco ,dove sapeva esservi una tomba. ”E Shiku?”
Suo fratello gli porse un' anello con un sigillo di cui Tokiu conosceva bene il significato.
“Anche lei faceva parte della concessione ,questo anello era per lei...se lo desideri sarà ritumulata a palazzo,con tutti gli onori ,come madre dei tuoi figli.”
L'atro sogghignò,incredulo.”E nostro padre?Non ha protestato?”
Un sorriso accennato apparve sulle labbra del messaggero.”Sai che si comporterà come deve , dato che si tratta di un' editto del sovrano...solo tu vacci leggero con lui.”
Tokiu riguardò il bosco, poi la casa ed infine suo fratello.“Shitsuo ,Shiko ... venite fuori“Poi si rivolse all'altro seriamente ."Ti sia ben chiaro che lo faccio solo per loro.”
”Certo generale-naga Tokiu”Kukotsuo annuì sorridendo,facendo un 'inchino accennato, mentre l'altro gli strinse affettuosamente il braccio al collo.”E poi ... devo occuparmi del mio fratellino imbranato,no?”
I suoi figli li avevano intanto raggiunti .“Preparatevi .Andiamo vie ,per sempre”Come al solito il suo tono non ammetteva repliche.
”Dove padre?”Chiese solo rispettosamente il maggiore
”A conoscere vostro nonno ed ad incontrare l'unico a cui vi ordinerò d'inchinarvi.”

“Hai attivato il Kagemane no Jutsu quando ,dandoti il pugno ,ho coperto la mia visuale sulle tue mani... ma data la posizione d'assumere ti dovresti essere slogato l'indice sinistro” Shikamaru annuì agitando la mano lesionata.“Pensi d'aver vinto ragazzo nara?”Ino/Keyoshuko sorrideva sfrontatamente.
“Dipende molto dai nostri compagni” Rispose Lui,sedendosi tranquillamente su di un tronco e facendo compiere la stessa azione all'avversario su una roccia sporgente.”Se stiamo tranquilli , ovvero senza che io mi muova ,posso bloccarti indefinitivamente perciò se i soccorsi da Konoha giungono prima dei tuoi complici ti riporteremo indietro tranquillamente.Sempre che i tuoi tornino... ho invece l'impressione che eri tu a doverli raggiungere dopo avermi eliminato,giusto?”
Il sorriso dell'altro non cessava. ”Esatto...ma c'è un piccolo errore nel tuo ragionamento ragazzo Nara. sarò io a sistemarti .”
shikamaru scosse la testa.“Non provare a farmi credere che puoi uscire da Ino e prendere il mio corpo.Se potevi farlo nelle condizioni attuali adesso non saremmo qui a parlare ... chiaramente per usarlo dev'essere necessaria qualche condizione particolare che adesso non puoi riprodurre agevolmente e tenendoti bloccato non ti farò comporre sigilli.”
“Hai ragione“ concordò lui”ma il punto che ti sfugge è questo.”Ciò che avvenne fece strabuzzare gli occhi a Shikamaru :lentamente il suo avversario si era messo in piedi! E sempre lentamente s'avvicinava con quel sorriso beffardo.”Vedi... il Kagemane no Jutsu non può funzionare su di me.”


Naruto aveva raggiunto il quartiere Uchiha velocemente dopo che il clone che aveva scoperto le pareti di  chakra verde si era rilasciato per comunicarglielo.Aveva tentato di saltarle ma anche se la loro altezza non era tale da preoccuparlo ,non vi era riuscito. Semplicemente le pareti si erano allungate mentre saltava ed atterrando,valutò le opzioni poi sorrise , entrando in modalità eremiticapreparandosi a dare un colpo diretto al muro.-Metodo vecchia Tsunade-pensò ma mentre ancora si preparava due figure alte ed incappucciate,armate di  naginata , attraversarono la parete di fronte a lui.Naruto li provocò.”Facile o difficile?”
In tutta risposta stringendo le loro armi i due incappucciati avanzarono con uno slanciò.”Difficile”Sospirò lui.


Keiichuko avanzò fino a trovarsi a dieci metri dal suo avversario,poi cominciò e con un solo movimento lanciò quattro kunai , diretti ai punti vitali dell'addome.Era stato talmente rapido che solo Temari ne aveva seguito il gesto ma un getto di sale fuoriuscì dalla bocca del bersaglio,avvolgendoli.Caddero così ai suoi piedi , innocui.Lui ripeté l'attacco ed un' altro getto di sale volò per intercettarlima i kunai si abbassarono, compiendo un volo curvo e lo evitarono .Stavano per colpire il loro bersaglio quando qualcosa l'intercettò.I quattro kunai lanciati prima ,incrostati di sale,s'erano lanciati nella loro direzione,centrando ognuno l'anello terminale d'un altro ed infine impiantandosi nel soffitto sopra  Dathri-kima.Il sale dispersosi nell'aria mostrava i fili di chakra che collegava la seconda serie di kunai alle mani del loro lanciatore.“Un uso creativo delle arti basiche dei marionettisti... ma avevo già intuito questa tua capacità da come hai portato la donna in salvo prima,anche la corda la usi nello stesso modo e la rendi un' arto prensile... tuttavia tu non sei  un marionettista”
L'altro fece un lieve sorriso ,portando tutti i fili nella mano sinistra ed avanzando ancora.“Ho iniziato a studiare l'arte insieme con Kankuro ma non ho mai imparato ha mantenere in funzione le marionette... troppo lavoro al chiuso ed io preferisco cose più pratiche.”Avanzò ancora,solo cinque metri li dividevano quando sorrise in maniera più marcata.“Come kunai cavi riempiti di fulminato di mercurio”
Tirò i fili di chakra,liberandone l'innesco e prima che potesse reagire  Dathri-kima fu colpito dall'esplosione e dal crollo del soffitto.


Un sordo ronzio permeava l'ufficio dell' hokage .Kakashi,Yamato ed il membro medico del suo team erano intorno alla scrivania  da lavoro e soppesavano con lo sguardo l'oggetto che l'originava mentre gli altri due membri della squadra anbu 1-yamato  sorvegliavano l'ingresso.
“Sei tu ad averlo trovato?”.Il rokudaime si stava rivolgendo all' anbu medico che annuì.
”Sì Rokudaime ,il suono era più forte ma è andato progressivamente diminuendo d'intensità mano a mano che la colonna originatasi dall'ospedale veniva spenta.”Fece una pausa e porse loro un foglio.”Le scritte invece sono apparse dopo che il comandante anbu1 è partito per avvisarla ma con il diminuire del suono stavano sparendo anch'esse.Così le ho trascritte al meglio delle mie possibilità.”
”Grazie ,è tutto per ora”L'anbu capì gli ordini ed uscì chiudendosi la porta alle spalle dopo di che Kakashi si sedette alla sua poltrona guardando il foglio mentre Yamato,dopo essersi rimossa la maschera, prese in mano la fonte di quel rumore.Un' oggetto che il rokudaime aveva messo lì alla fine del conflitto di tre anni fa:il kunai di Madara Uchiha che l'aveva privato dello sharingan .
“Mi sono sempre chiesto il suo significato sulla tua scrivania... per ricordare ai visitatori che sei riuscito inaspettatamente a sconfiggere il grande Uchiha?”Yamato lo ripose. Il suono era diminuito ancora.
”E' un ottimo fermacarte in realtà. ”Si limitò a rispondere l'altro con apparente noncuranza poi il loro sgardo s'incrociò.“Hai riconosciuto il tipo di caratteri,vero?”
L'anbu annuì,guardando il foglio.”Sembrano quelli che Orochimaru usava per i suoi appunti ... ma non riesco a darci un significato.”
“Neanch'io...”sospirò kakashi”... sospetto che siano gli stessi caratteri mache  la grammatica od addirittura la lingua non sia la stessa .D'altronde non abbiamo mai scoperto come li ideò ma trovarli su un' oggetto così antico ne spiega ora il perché.”
Il suo ragionamento fu concluso da Yamato.“Non li ha creati lui... li ha solo riutilizzati dalla loro fonte originale.”Il loro sguardo si posò sul kunai .Anche dalla tomba Madara ed Orochimaru  proiettavano la loro ombra su Konoha.


Erano passate esattamente due ore da quando  Keyoshuko aveva posto il sigillo nell'edificio abbandonato del quartiere uchiha .Dal buco sul soffitto i raggi solari si erano spostati progressivamente nella sua direzione all'inclinarsi dell'astro sull'asse dell'edificio ed ora l'avevano raggiunto.Divampò da esso un fuoco azzurro che prese a divorare ogni cosa.

Naruto aveva appena rimosso il cappuccio al secondo aggressore ed i suoi occhi,orecchie e bocca erano chiusi,cuciti con della specie di spago nero proprio come l'altro .Aveva dovuto spaccare loro il cuore con un kunai per fermarli ed ora si chiedeva chi o cosa fossero e chi li aveva resi così inoltre quello strano aspetto gli sembrava ricordargli qualcosa ma ,mentre si poneva queste domande ,un boato giunse da oltre le mura verdi,un fuoco azzurro era divampato.Un nuovo attacco?Con sua sorpresa notò che il fuoco misterioso aveva cominciato a divorare l'ostacolo che aveva davanti e così presto si sarebbe trovato di fronte a delle risposte.

Gli anbu guardarono diffondersi il fuoco azzurro per tutto il quartiere Uchiha, divorava ogni cosa : non solo il legno ma anche la pietra ed il metallo. Una parte di edificio crollò di fronte a loro e per alcuni secondi persero di vista il nemico poi questi riapparve balzando agilmente il fuoco.”Tempo scaduto anbu, devo andare.Fatemi vedere il vostro asso nella manica,adesso.”
Gli anbu si mossero per porsi in posizione.Il comandante anbu 7 alla destra di Gerami, il comandante anbu 4 alla sinistra mentre l'altro superstite dell'anbu 7 lo fronteggiava. partirono all'attacco .Lui aveva compreso le loro intenzioni:un'attacco coordinato da tre direzioni .I due comandanti , più esperti , l'avrebbero colpito ai lati ed occorreva essere esperti per sottrarsi da un simile attacco contro due avversari ed ora lui ne affrontava tre ma sapeva bene come affrontare simili pericoli. Il trucco era nel valutare esattamente la velocità degli avversari.
Si mosse lateralmente verso il più veloce :comandante anbu 7 e l'infilzò  poi con il tempo guadagnato ,senza staccare il corpo dalla spada kunai,poté affrontare il secondo ovvero il comandante anbu4.Il superstite si fece avanti con uno sprint inaspettato afferrando la gamba destra del nemico .Gerami reagì inaspettatamente : il medico anbu si ritrovò afferrato dalla lingua dell' avversario,una lingua di rospo grondante bava velenosa lunga almeno tre metri.
l 'attacco era fallito,proprio come gli anbu avevano progettato e fu allora che attivarono le trappole esplosive.


Dathri-kima  stava ancora uscendo dai detriti quando quando sentì la fredda punta d'una lama sulla schiena ,proprio all'altezza del cuore, e la voce del suo avversario era altrettanto gelida se non di più.“Se fai tanto di fare uscire dalla tua bocca qualcosa che non siano le risposta alle mie domande ,otterrò le risposte dal tuo cadavere.”
“L'eccessiva confidenza porta alla rovina.”replicò il suo avversario sorridendo.
“Mi sembra un'ottima sintesi per il tuo fallimento.”concordò il ninja della sabbia ma l'altro scosse leggermente il capo.
“Per niente Keiichuko di suna ...tu hai vinto la tua vita e quella dei tuoi compagni ma io ho completato la mia missione ."girò leggermente il volto"vedi ...la parete dietro di noi aveva anche un 'altro scopo oltre che minacciarvi ."
La parete azzurrina cominciò a sfaldarsi appena lui finì ed il vento del deserto creò mulinelli di sale azzurrino e sabbia :la vetrata davanti alla sala presentava un' ampia apertura ellittica. Keiichuko reagì subito”Temari controlla la vetrata e voi la sala”Obbedirono tutti velocemente.“Credevo avessi detto che era da solo ”
La kunoichi scosse la testa“Io ho visto solo lui”intanto controllò il vetro : il bordo dell'apertura era irregolare ed i segni lasciati sembravano...“Sembra come che sia stato morso.”
Le guardie uscirono agitate.“Qui dentro non c'è nessuno ma vari rotoli e materiali sono stati rimossi.”
“Uno di voi chiami Kankuro ed avvisi il kazekage,il tuo complice dov'è diretto?”
Di nuovo l'intruso scosse la testa.“Te l'ho detto  Keiichuko di suna ... IO ho completato la mia missione  e non c'è nessun complice ma sono anche lieto di aver potuto constatare le tue capacità di persona, alla prossima.”la figura dell'intruso sparì in una caratteristica forma di fumo.
”Kage Bunshin no Jutsu”sentenziò amareggiato lo shinobi, rinfoderando l'arma e girandosi verso Temari”Fin dall'inizio ha mandato un clone per occuparsi di noi mentre lui completava il suo lavoro.”Posò lo sguardo sulla vetrata.”E sempre mentre il clone ci teneva occupati lui fuggiva dalla vetrata...la parete azzurra aveva anche questo terzo scopo: celare l'esistenza e le azioni dell'originale.”Diede un pugno alla parete mentre insieme a Temari guardava la tempesta che permetteva al nemico di fuggire indisturbato.


Shikamaru cercò d'alzarsi ma non vi riuscì così guardò ai suoi piedi :una forma scura,come dei viticci li stavano avvolgendolo. sembrava proprioil Kagemane no Jutsu.Guardò di rimando l'avversario che rideva trionfante,i suoi occhi avevano riacquisito quel bagliore verde.
“Non è possibile”parlò a voce alta,come per convincere se stesso o svegliarsi dall'incubo in cui era caduto” il Kagemane no Jutsu appartiene alla mia famiglia fin da prima della fondazione di Konoha.”La massa d'ombra lo sollevò,come la mano di un bambino che solleva una bambola.
“Eppoi per usarlo avresti prima dovuto rilasciare il Jutsu su Ino...come puoi usare contemporaneamente due Jutsu,forse un'abilità innata?”la sua curiosità era ora più forte del pericolo mentre  Ino/Keyoshuko parlò trionfante.
“Entrambe le tue ipotesi sono errate e sia tu che questa femmina siete simili nella stoltezza :io sto usando un solo Jutsu fin dal principio.Non il tuo  Kagemane no Jutsu od il suo Shintenshin no  Jutsu ma la tecnica madre originale.”
Shikamaru scosse la testa,non poteva crederlo.“Avevo letto nei testi di famiglia che la tecnica madre fu classificata come jutsu proibito e sigillata..almeno tre secoli fa.”guardò l'avversario”e dici che il Shintenshin no Jutsu ha la stessa origine?”
Il suo avversario allargò il sorriso ancora di più.“Non dirmi che non hai mai notato la loro complementarietà... chissà quante volte avete lavorato bene insieme voi due e chissà quante volte avete desiderato ognuno l'abilità dell'altro...comunque tornando a noi. “La massa  d'ombra sbatté violentemente il suo prigioniero a terra,mozzandogli il fiato. ”Capisci, ora? Il tuo Kagemane no Jutsu prende il controllo prima dell' ombra e poi del corpo ma se l'ombra è già sotto il controllo di qualcuno ciò non può avvenire.”
“Come hai ricreato la tecnica madre?spero che non saremo mica parenti... ”
L'altro scosse la testa  come annoiato.“Sei con un piede nella fossa e fai ancora domande ma d'accordo non mi capita spesso di potermene vantare."le sue braccia s'allargarono come per sottolineare l' importanza della sua dichiarazione“non ho ricreato nulla:questa tecnica l'ho ideata io stesso 320 anni fa.”Sospirò tristemente .“Tale la sua perfezione che la gelosia degli altri la fecero sigillare... sai cosa significa,vero?Che non poteva essere insegnata o praticata pena la morte ma non potendo negarne la forza la frazionarono nel Kagemane no Jutsu e nel Shintenshin no  Jutsu dandole come ricompensa ai miei detrattori: i vostri antenati! I miei stessi allievi! Furono sciacalli sulla mia opera !“aveva palesemente perso il controllo e la razionalità,il ricordo l'aveva travolto come un fiume in piena ”All'inferno Dathri-kima e le sue scelte...vi ucciderò qui,ora, e dirò che vi sono stato costretto.”
Shikamaru capì rapidamente che non avevano speranze di salvarsi,nè lui né Ino ma un'ombra coprì allora il sole ed un' essere mostruoso parte rospo parte serpente copriì con la sua ombra la radura ,aveva occhi verde smeraldo ed una lingua prensile.Un' individuo con occhi uguali alla creatura e lunghi capelli bianchi era ora dietro il suo avversario e la stretta della massa d'ombra si fermò,pur senza allentarsi.“Keyoshuko -sama abbiamo completato il recupero.”
Il corpo di Ino continuava a fissare shikamaru con tutto l'odio possibile in questo mondo.
”keyoshuko-sama”proseguì l'altro con tono velatamente minaccioso ”non deve ucciderli....altrimenti dovrò riferirlo a Dathri-kima-sama... compreso che l'ha fatto per questioni personali.”
La stretta della massa d'ombra venne meno ed una nube di vapore nero uscì dalle vie respiratorie di Ino,condensandosi nella forma ingobbita di Keyoshuko mentre la ragazza cadeva riversa.”Ringrazialo ragazzo Nara ,per te e per la ragazza Yamanaka.” Keyoshuko mostrò un'origami a forma di rondine se lo mise in bocca ,assumendo l'aspetto di quell'uccello e volò via .Il loro salvatore risalì sulla creatura che spiccò anch'esso il volo mente il mondo di Shikamaru svanì nell'ombra.


Gerami stava guardando le sue braccia ustionate.I danni non erano permanenti ma certamente gravi poi guardò  i cadaveri ai suoi lati,i due comandanti anbu :anch'essi bruciavano e la gamba destra era compromessa per la tibia spezzata.Già la gamba...guardava ora il responsabile,l'anbu medico, che era stato scaraventato contro un pilastro di ferro: una vera sfortuna . I danni subiti,uniti al veleno con cui era venuto a contatto ,avevano impedito che approfittasse della situazione favorevole. “I miei complimenti,davvero un buon piano : tu ed il tuo sottoposto vi siete scambiati le maschere ed i mantelli approfittando del muro di fumo posto prima fra noi , così la mia scala di valutazione nelle risposte è stata falsata"alzò le braccia" in più avete applicato su voi stessi tutti le trappole esplosive: era un 'attacco suicida ma il veleno ha però corroso le tue,impedendone l'esplosione , così quando ti sei avvinghiato alla mia gamba , mi hai spezzato l'osso mentre ti calciavo via.”
Il comandante anbu 7 respirava pesantemente più per il veleno che per le ferite ma sorrise dietro la maschera.“Complimentati col comandante anbu 4 ....è stato lui ad idearlo”
Gerami rivolse al cadavere dell'ideatore uno sguardo d'ammirazione ,poi riportò la sua attenzione sul superstite.“Ora togliti la maschera comandante anbu,voglio vederti in faccia”
“D'accordo ... ma solo se tu farai lo stesso ...Gerami-sama,rospo di palude.”Gerami si mise a ridere mentre la sua forma, cambiando ,rivelava il suo vero aspetto :un rospo antropoide,alto quasi quattro metri .Parlò gentilmente.”Mi conosci ? Sono stupito,davvero .”
Il comandante anbu7 rimosse la sua maschera :gli occhi brillavano per effetto del veleno e del sangue gli colava dal naso.”Mia madre veniva dalla nazuine dell' acqua e mi raccontava le storie della sua terra...”Tossì"... e la mia favola preferita era proprio quella dove tu creasti le sette grandi spade per i sette fratelli spadaccini delle nebbie sul modello della tua , insegnando loro le tecniche per usarle in battaglia...sei più grasso che nel disegno del libro ,però.”
Gerami sorrise bonariamente toccandosi l'addome .“Sono passati  quattrocento anni da quei giorni ... e poi ultimamente sono dovuto stare fuori dalla mischia.”.Guardò il comandante anbu. Era da parecchio che non combatteva così e quel maledetto palo aveva rovinato tutto! Senza di lui come sarebbe finita.?In quel momento sentì dei passi dietro di lui e parlò senza nemmeno girarsi.“Alla fine ci hai raggiunto ,allievo di Jiraiya”
Naruto era in posizione di attacco,i suoi occhi  pieni della brutalità di quello scenario.“Chi sei?”
“Fattelo dire da lui.”La sua massa si girò per mostrare  l'anbu ed  ignorando Naruto,che si precipitò sul ferito,  zoppicò verso  la sua spada.“Probabilmente passerò dei guai.”Gerami sembrava parlare a se stesso.”dovevo uccidere tutti gli anbu che attiravo qui come dimostrazione di forza.”Si girò indicando il superstite ”Ma voglio finire di duellare con lui in modo onesto,perciò prenditene cura,se vai via adesso puoi ancora salvarlo .” Si mise la spada sulle spalle e prese per allontanarsi mentre il giovane sollevava l'anbu ed indietreggiava ma senza abbassare la guardia.“Ahh già ...è meglio che non dimentichi il messaggio per l'hokage”
“Quale messaggio?”
il rospo indicò la distruzione ed i cadaveri intorno ridacchiando. “Bè ,personalmente mi sembra chiaro.”Guardò Naruto dritto nell'anima ripetendo le parole che il suo sovrano desiderava comunicare.”Non potete nulla contro di noi e la morte è la sola cosa che vi verrà dal combatterci”. Il crollo d'un edificio costrinse naruto a balzare verso destra .quando riguardò il nemico era sparito tra le fiamme azzurre.
Qurlan-qotchin continuava a cercare un difetto nella sua opera, era una settimana che questa era conclusa e da allora non aveva fatto altro. Si era ripetuto mentalmente le disposizioni e le aspettative richieste dal suo signore tante di quelle volte da conoscerle meglio delle sue stesse mani o del volto dei suoi figli. Non ne aveva trovati ed infine annuì soddisfatto.“E' perfetta.”
“Sono d'accordo.”  Aggiunse una voce alle sue spalle .La sua voce .
”Mio signore”s'inchinò lui per poi alzare lo sguardo ”da quanto...?”
Il sovrano fece un gesto di noncuranza con la destra. “Non molto,dieci minuti al massimo ."
Girò lo sguardo per la stanza. "Osservavo la tua dedizione ma alzati ora ,mio fedele, non voglio che il tuo genio sia in ginocchio di fronte a me. non qui e non adesso.“
L'artigiano obbedì mentre il suo signore si avvicinò,raggiungendolo al centro della sala,le sue lunghe vesti verdi davano l'idea delle onde mentre avanzava . “La vostra soddisfazione è tutto per me ,il mio debito con voi non sarà mai esaurito.”
Il suo signore guardava il soffitto della stanza con intensità.Sì,occorreva una certa abilità per capire che non era il vero cielo stellato ma la creazione di un uomo .I suoi pensieri furono interrotti da Qurlan-qotchin, che aveva timidamente preso la parola.”Spero che anche il resto dell'opera vi soddisfi.”  
L'alta figura annuì  “E' l'esatta replica del luogo dove rimiravo le stelle di notte secoli fà, ogni sasso, ogni crepa nelle rocce ed anche  la pozza....grazie a te ora potrò continuare a vederle anche in quest’epoca.Solo io ,i miei doveri, i miei pensieri e loro.” Allungò il braccio e chiuse il pugno,come per afferrare una delle stelle più luminose. "Sai perché amo tanto le stelle,Qurlan-qotchin?” 
L'artigiano rispose umilmente.“Non ho l'ardire di comprendere i pensieri del mio signore né occhi così acuti da vedere ciò che vedono i suoi.”
Un benevole sorriso attraversò il volto della creatura.“Perché il mio regno ne è privo,anche nel nome: inferno del cielo senza stelle è chiamato ed è vero.Non posso né crearle ,né conquistarle ma neanche loro possono creare o conquistare me od il mio regno... possiamo solo guardarci da lontano come sovrani,come eguali.” Un velo di tristezza attraversò i suoi profondi occhi blu poi si girò verso il suo suddito.“ Hai servito bene ancora una volta il tuo sovrano Qurlan-qotchin ed ora vi è niente che lui possa fare per te e che sia nei suoi poteri concedergli?”
L'altro scosse leggermente il capo e rispose con sincerità. “Nulla in più di ciò che ho già , se non continuare a servirvi”Il suo signore annuì di nuovo.
”Allora rimarrò in debito ... se vi fosse qualcosa ,qualunque cosa parlamene liberamente.Ora però lasciami solo e chiudi la sala uscendo . ”
Qurlan-qotchin  obbedì , lasciando il sovrano dell'inferno senza stelle alla sua solitudine ed ai suoi pensieri.Nel chiudere le porte della sua creazione vide che il suo signore rigirava nella mano un' oggetto,rimirandolo da varie angolature:un collare in ferro da cui pendevano due catene spezzate,

Naruto tranquillizzò ancora i suoi genin.”Iruka-sensei si prenderà cura di voi ed aiutatelo se ve lo chiede,proteggete i rifugi.” I  tre annuirono mentre Naruto ed Iruka si scambiarono uno sguardo d'intesa prima che  lui corresse via. Il suo vecchio insegnante lo guardò allontanarsi e sorrise ,conducendo poi il team 3 ai rifugi.Rapidamente Naruto raggiunse all'ospedale e dalla sua posizione sopraelevata cominciò studiare  la situazione,non aveva ancora finito che Kakashi era al suo fianco. ”Qual'è la situazione ?”
”Abbiamo 12 dispersi ma ora stiamo controllando la situazione”fece una pausa”ma quelle fiamme...”
”Non hai mai visto niente del genere, vero?”
Kakashi annuì” No...fiamme verdi che si nutrono d'acqua e che sono fredde,totalmente innaturali.”
Il giovane indicò la direzione da cui era arrivato. ”Ho visto altri focolai venendo qui ma erano normali ”
Kakashi annuì di nuovo. ”Trovare uno dei responsabili è il modo più rapido di scoprire qualcosa ...vuoi occupartene?”
”Certo ... Kage Bunshin no Jutsu ” Decine di Naruto  sciamarono sui tetti e cominciarono a spargersi per la città lasciando l'hokage solo con i suoi pensieri: qual' era lo scopo di tutto questo? Non avevano cercato d'assassinarlo,non vi erano gruppi di nemici che assalivano il villaggio e,se si escludeva l'ospedale ,i danni erano lievi od inesistenti invece  sembrava quasi una distrazione ,per quanto in grande scala.ma cosa volevano fare? 
Purtroppo quello che aveva detto al suo vecchio allievo era fin troppo vero, senza la cattura d'un nemico erano senza informazioni ed il peggio probabilmente doveva ancora venire .


Temari non si faceva illusioni:vedeva chiaramente la punta del kunai spuntare dalla bocca dell'avversario ed il fatto che non l'avesse ancora lanciato voleva solo indicare la sua intenzione di  trafiggerla  in modo tale da dargli una morte rapida. Molto gentile ma ogni attimo limitava i suoi possibili movimenti laterali ed era un conto alla rovescia ormai quasi scaduto ma all'ultimo trovò la salvezza .Si gettò a terra ,coprendosi le vie respiratorie mentre sei kunai dotati di bombe fumogene s'impiantarono ai piedi del suo avve,rsario creando una folta coltre protettiva  così ne approfittò subito per rotolare oltre il nemico,lanciando le due bombe fumogene che possedeva a peggiorare la sua situazione. Una fune si legò alla sua vita,trascinandola con forza per dieci metri verso la salvezza , e lei sapeva bene chi ringraziare. ”Arrivi sempre in ritardo di solito Keiichuko””Punzecchiò ancora prima di vederlo. 
”Ringrazia le nuove disposizioni eccezionali di Kankuro su queste sale ”rispose il giovane tirandola in piedi”sono qui per la ronda... chi diavolo è quel tipo ?”
Lei scosse la testa. ”Non lo so ma ha ucciso le guardie e...”
”Caposquadra ,guardì!” Al grido del genin si girarono entrambi verso il corridoio e rimasero a bocca aperta :il fumo stava sparendo ed il loro avversario avanzava tranquillamente, aspirando il fumo con la bocca a grande velocità  così infine temari vide le sue braccia :erano gracili ma lunghissime mentre  le sue mani erano poste in posizione di jutsu. Per una frazione di secondo pensò che quella tecnica stesse aspirando il fumo ma poi vide che alle  spalle del nemico si stava innalzando una nuova parete di sale , dal colorito azzurro. Quel tipo poteva usare due jutsu e contemporaneamente muoversi?
”Proprio un brutto cliente ”Sentenziò Keiichuko mentre valutava il da farsi intanto aspirato tutto il fumo e completato il muro le braccia di Dathri-kima sparirono nuovamente sotto la sua lunga veste poi si fermò a guardare i salvatori della ragazza , riprendendo a parlare con lo stesso tranquillo tono di prima ed inclinando leggermente la testa di lato .Sembrava riflettere a voce alta  ”Una pattuglia...qui e proprio adesso... inoltre nel giungere a Suna ho dovuto superare molte più vedette del previsto... disposizioni di Kankuro il marionettista.... ”annuì e fece una pausa eloquente ” Devo concludere che la mia intrusione non è del tutto una sorpresa per voi.Vero ,capo pattuglia ?”
“No infatti”Keiichuko fece un passo avanti, ponendo Temari dietro di sè, ignorando le sue proteste” anche se ci aspettavamo un marionettista e tu non lo sembri affatto ... fai furti su commissione?”
”Spiacente ma non sono autorizzato a risponderti ”
Temari si avvicinò al suo soccorritore. ”Non fare lo sbruffone ,lo hai visto... è meglio che qualcuno vada a chiamare aiuto mentre lo tratteniamo.”
Keiichuko spostò lo sguardo dall'intruso al muro dietro di lui per poi tornare a fissarlo. “Se qualcuno di noi si allontana adesso da qui ”rispose serio lui ”rischia seriamente la pelle.” 
Temari e gli altri  lo guardarono sbigottiti mentre Dathri-kima cominciò a ridere divertito.


La squadra anbu 4 era famosa perché due dei suoi membri erano fratelli gemelli esperti nel  Kage Bunshin no Jutsu e potevano coordinare azioni coinvolgenti 60 cloni in tecniche di combattimento di massa ma in meno d'un minuto il loro avversario aveva distrutto un totale di 381 dei loro cloni e li aveva uccisi ,tranciandoli a metà con la spada . Così il rimanente componente decise di usare la sua tecnica di blocco degli arti ma per farlo doveva avvicinarsi , così il suo capo squadra e la  squadra anbu7 attirarono l'attenzione del nemico. Ci riuscirono ma non senza costo :il braccio d'un membro della squadra 7 volò in aria ed un suo compagno riuscì per poco a sottrarlo al colpo finale .L' anbu usò il jitsu sulle  braccia di Gerami e per un'istante il tempo sembrò fermarsi poi lo sguardo dei due nemici s'incrociò e Gerami rise. ”Debole utilizzatore di Ninjutsu ...“ Si liberò la mano con relativa facilità ed afferrò la  testa del suo avversario poi con tutta la forza che possedeva lo scaraventò a terra :il colpo fu tale che la testa si frantumò.Sembrava  che il corpo fosse stato decapitato mentre Gerami guardò i rimanenti anbu.”Cerchiamo di capirci ” Esordì appoggiandosi la spada gigantesca sulla spalla destra .”Vediamo se conoscete questo,Shinobi.” Si calò parte della veste girandosi per  mostrare loro la schiena :su di essa era tracciato un elaborato sigillo.
”Il sigillo dell'equo divieto?” La voce stupefatta era del comandante anbu7 ed i suoi compagni lo guardavano perplessi così lui continuò. ”E' un sigillo che rende inefficace tutti i Ninjutsu dell'avversario ,di ogni genere tranne le abilità innate,ma impedisce lo stesso al portatore.”
L' altro annuì rivestendosi.”esatto ragazzo perciò ora fatemi vedere l'abilità del Taijutsu di Konoha “
”Che facciamo?” Chiese il comandante anbu 4 al suo parigrado e la risposta non si fece attendere ”La situazione è delle peggiori.Non possiamo scappare od usare Ninjutsu inoltre le tecniche di spada da lui usate sono quelle denominate ‘del signore della guerra ‘ ovvero da utilizzare nei combattimenti di massa il che lo qualifica come formidabile nel Taijutsu .”
Un'anbu scosse la testa. ”Credevo che quelle tecniche funzionassero solo contro la fanteria e la cavalleria normale... non contro gli shinobi e noi siamo Anbu.”
“Ti sbagli.”il loro avversario era intervenuto”quelle tecniche di base si applicano ad un guerriero d'esperienza che affronta molti avversari di livello ed addestramento più bassi dei suoi... perciò per fare un esempio un cosiddetto Tokubetsu Jonin  potrebbe applicarle ad un esercito di genin.”piantò la spada nel terreno ”inoltre io pratico quest'arte da secoli alla guida delle mie truppe ed il mio livello è tale che pur attaccandomi in gruppi  numerosi i miei avversari risultano più deboli ,non importa la loro competenza... ma la capacità d'agire in modo coordinato.” Sorrise ,chiaramente compiaciuto della lotta. "ammetto la qualità della vostra capacità in questo aspetto ma non è sufficente."
”Immagino che questo discorso sia un'introduzione a qualcosa ”affermò il comandante anbu7
”Tu le azzecchi tutte,sei sveglio,un buon comandante”annuì Gerami con rispetto”esatto.E' chiaro che ora le mie tecniche sarebbero inefficaci o meglio per precisione ci metterei troppo tempo a finirvi”si fece avanti ma lasciò la spada piantata nel terreno dietro di sé”perciò ora cambio tecnica” Estrasse un rotolo che dispiegò e nel farlo due oggetti peculiari apparvero davanti a lui : due kunai ma ognuno era lungo più d'un metro .Gerami li afferrò entrambi,uno per mano ,sollevandoli sopra la testa in una specie di saluto ai suoi avversari.Nel vederli gli anbu capirono l'unica opzione rimasta: morire


Ino/Keyoshuko ruppe per primo il silenzio. ”Posso chiederti come ci hai trovato?Eri in missione.”
”Bé...” Shikamaru  aggrottò la fronte”effettivamente stavamo  tornando dalla missione con tutta tranquillità quando abbiamo visto una colonna di fuoco verde in direzione del villaggio ...tu ne sai niente?”
Keyoshuko perse la sua freddezza per un'attimo e ruggì. ” Quell' idiota...” I suoi occhi brillarono d'un riflesso verde. 
”Dalla tua reazione deduco che non fosse concordata... comunque ho deciso di guidare il mio team per una scorciatoia un po' faticosa attraverso questa zona che -come penso tu sappia dato che mi conosci -è sotto la custodia della mia famiglia ed abbiamo incrociato le vostre tracce.” Indicò i piedi di Ino. ”sai ...Ino ha comprato quegli stivaletti per proteggersi dall' umidità mentre raccoglie le erbe...da sola.Ora quindi Ino -una mia cara amica- era con degli sconosciuti, di sua volontà  -dato che chiaramente guidava lei il gruppo -e si allontanava da Konoha  - in pericolo -, in questi boschi -sotto la mia responsabilità-.” Strinse le palpebre ed il suo sguardo si fece  intenso . “Ho spedito il mio team al villaggio e vi ho seguito...sai nel caso non l'avessi ancora capito ho preso la cosa sul personale perciò te lo chiedo una sola volta con le buone .Esci da Ino, ora”
L'altro  inclinò leggermente il capo in avanti,rompendo l'incrocio di sguardi, e rispose poi con tono tranquillo.“E' solo un' imprevisto...”
“Il fatto che io ti abbia trovato od uscire da Ino?”
La velocità  della ragazza  fu tale che  Shikamaru si sbilanciò per riuscire ad evitarla e fu così forte  l'impatto  del suo calcio che l'albero colpito fu abbattuto . La ragazza in piedi sul tronco spezzato si girò verso di lui con studiata lentezza. “Il fatto che ora debba ucciderti.”

“Sei davvero all'altezza della tua fama ,Keiichuko di suna... a mio giudizio se quel giorno fossi stato qui akatsui non sarebbe riuscita a rapire il kazekage.” Dathri-kima inclinò il capo rispettosamente ed il capo pattuglia fece un gesto di ringraziamento con la destra. 
“Grazie infinite ma non amo prendermi meriti sui se... comunque ho solo intuito il pericolo non l'ho certo evitato.”cominciò a spiegare, rivolto ai suoi compagni “è chiaro che il suo agire mira principalmente a prevenire che noi diamo l'allarme ed allora perché quella parete di sale non è apparsa alle nostre spalle come la prima? Perché ha quel colorito azzurro?semplice.Ha pensato che una parete come la prima in cinque avremmo potuto abbatterla facilmente e che se anche uno solo fosse fuggito,magari protetto dagli altri, la sua missione sarebbe stata compromessa ... perciò credo che quella parete possa impedire tutto questo in qualche modo ,vero?”
L'intruso annuì .”Esattamente.La tua analisi è impeccabile per i pochi dati in tuo possesso...ne sono compiaciuto,davvero ,perciò ti ricompenserò”La sua gola si gonfiò,come se qualcosa la  stesse risalendo ed alla fine dalla sua bocca balzò fuori un coniglio la cui apparizione lasciò perplessi i ninja di Suna.
“Grazie ma  non necessito d'un cucciolo” Nonostante lo sforzo a minimizzare il tono del capopattuglia era teso.L'animale fece un passo verso la parete azzurra per poi balzare velocemente nella direzione opposta  appena compì quest'atto il colore della parete divenne rossastro e dei proiettili salini  lo colpirono . Il coniglio si contorse  e ,nei punti colpiti ,la carne si rattrappiva mentre il sale diminuiva,sostituito da del liquido che formò una pozzanghera in cui l'animale si dibatteva esanime.Alla fine smise di muoversi.“Un dono davvero prezioso ”concordò  Keiichuko mentre una goccia di sudore freddo gli calò dalla tempia“una dimostrazione della tua tecnica senza vittime da parte nostra.”
”Ed ora keiichuko di Suna cosa ne dici?”
"Evidentemente la parete reagisce al movimento”rispose lui tranquillamente”per l'esattezza al movimento volto ad allontanarsi,dato che quando il coniglio è andato verso di lei non è successo niente e quei proiettili di sale hanno avuto un' effetto molto specifico.”Indicò la pozzanghera. ”Scommetto che quel liquido è l'acqua che si trovava nei tessuti colpiti: l'hai disidratato e ritengo inoltre che il cambiamento di colore dipenda dalle capacità di percezione della parete ....è un sistema automatico che ti permette di agire senza doverti preoccupare di adoperalo perciò non credo si tratti del tuo chakra impastato col sale. “Scosse la testa ." Quello si limita certamente alla creazione della parete … puoi dirmi il meccanismo?”
“Microrganismi”replicò tranquillamente Dathri-kima ”il cambiamento di colore indica la loro percezione di un corpo biologico che si allontana ,un sottoprodotto luminoso.Certo sarebbe più efficace senza la colorazione...comunque per tornare a noi ti è chiaro il problema,no?”
“Chiarissimo"annuì"Per salvarci e fermarti devo sconfiggerti senza potermi ritirare d'un solo passo indietro” Keiichuko  cominciò ad avanzare verso Dathri-kima che annuiva.


Kakashi volle vedere di persona i feriti, non dubitava di certo delle parole del responsabile medico ma doveva vedere di persona il fenomeno.“E' come le dicevo rokudaime-sama :le ferite ,persino quelle superficiali , dovute a quelle fiamme conducono a questo.”Guardando l'uomo disteso persino un temprato shinobi non sarebbe rimasto indifferente: la pelle era maculata mentre ,all'altezza del gomito, una protuberanza aveva tutta l'aria di stare dando origine ad un altro avambraccio  poi tra il gomito e la spalla  tre segni  di inchiostro rosso successivi mostrava il rapido progredire del processo. Il medico continuò.”Questo è solo un'esempio  dato che ogni soggetto presenta cambiamenti diversi senza apparente modello di sviluppo ed inoltre  l' unico modo per bloccarlo è l'amputazione.”fece cenno di portare il paziente in sala operatoria “perché il fenomeno si nutre del chakra della vittima  e ne risale i nervi attaccando infine il sistema nervoso centrale."Prese dei fogli di radiografie per mostrarglieli. "Abbiamo appurato che lla parte mutata ha un proprio ciclo di chakra come se ...”
“Come se fosse un'altro essere vivente,un parassita.”concluse Kakashi.I' altro confermò con un cenno del capo. Ancora misteri innaturali ma non potè rifletterci sopra perchè un comandante anbu entrò ,subito riconosciuto dall'hokage come Yamato. “è successo qualcosa al palazzo?”
“Un fatto insolito Kakashi-sama ,che però potrebbe forse chiarire qualcosa...”sussurrò”nel vostro ufficio”Chiaramente Yamato non voleva o poteva dire di più.
”Fai strada” si limitò a dire l 'hokage .Forse finalmente uno spiraglio di luce era all'orizzonte.


Shikamaru continuava a schivare i colpi ma il suo avversario non  allentava il ritmo e la potenza dei colpi era innegabile ,allo stesso livello di Sakura o di  Tsunade-sama ma la velocità era maggiore  davvero una brutta combinazione ,per non parlare che occupava il corpo di Ino... non poteva occupare quello di Lee?In fondo anche pestandolo sodo si rischiava solo di migliorarne l'aspetto macon una donna si doveva andare piano .Anche con una che in questo momento gli aveva lanciato contro un masso di 4 quintali!  Tuttavia anche se non aveva tregua cominciò a notare un particolare ma doveva verificare,anche se era rischioso...il suo nemico gli venne incontro con undiretto e lui piegò le gambe ed unì le mani all'ultimo momento. Parò il colpo e fu sparato lungo il vettore da lui calcolato,attraverso il sottobosco , rotolando per circa quindici metri .Si mise carponi :gli si doveva essere rotta una costola ma poteva andare anche peggio ma come calcolato la posizione attuata e le piante avevano assorbito la gran parte della potenza del colpo e si asciugò il sangue dal labbro spaccato ,sogghignando in direzione dell'avversario che lo guardava infastidito. “Avevo ragione... sai all'inizio con quella potenza e velocità non l'avevo capito.”Gli occhi di Ino/Keyoshuko si strinsero ,divenendo due fessure.
”Il tuo non è Taijutsu :dai solo calci e pugni come un contadino e perfino un genin appena nominato sarebbe riuscito ad approfittarne con la tua velocità per  darmi un calcio mentre paravo il pugno e data la mia difesa un palmo aperto sarebbe stato più efficace per provocarmi danni maggiori ”sputò del sangue per terra “inoltre all'inizio pensavo che quella forza e velocità dipendessero da te ma quel contatto mi ha chiarito tutto ... un piccolo extra diciamo”Si rimise in piedi. “Il tuo corpo ,il corpo di Ino ,sta usando il suo chakra per aumentare forza e velocità oltre i livelli sopportabili dal corpo stesso ,consumandosi...probabilmente ha già delle ferite interne... inoltre tu non provi dolore ma il corpo dev'essere lesionato dalla tua non conoscenza della lotta.”
“Conto già tre fratture al braccio destro ed entrambe le tibie sono compromesse... sai non ho mai imparato a dare calci”disse l'altro con noncuranza scuotendo la testa.“Bravo,bravo davvero ragazzo Nara ma ora cosa farai ?Più continua la lotta più la tua amica ne risente.... ed anche se lei muore non hai la certezza di sconfiggermi inoltre tu non la sacrificherai ti conosco”
“sei sicuro di conoscermi bene?perché la mia mossa l'ho già fatta quando mi hai dato il pugno ... ”indicò i piedi di Ino”... quando le nostre ombre si sono toccate.”


Passando al combattimento fisico gli anbu riportarono successi maggiori contro il nemico ma la tecnica marziale di Gerami era spiazzante :facendo roteare ad alta velocità un kunai-spada con l'indice era come se fosse dotato d'uno scudo impenetrabile contro le armi a distanza ed avvicinandosi per affrontarlo voleva dire esporsi ad un' avversario dotato di due armi micidiali.
Avevano tentalo di aggirarlo ma non solo la grandezza dello spazio rendeva l'impresa difficile ma il loro avversario con naturalezza poteva far roteare l'arma di destra come l'arma di sinistra.Date le sue condizioni l'anbu7 ferito fu il primo a soccombere quando un' attacco combinato lo decapitò e gli mozzò la gamba sinistra  ma i suoi compagni approfittarono del suo sacrificio e quattro kunai trovarono le carni dell'avversario .
Lui si girò ridacchiando.”complimenti primo sangue."  Riprese a roteare uno dei kunai-spada si rivolse al comandante anbu7 ”Tu mi hai perfino colpito due volte e sono il primo ed il secondo per gravità ma non basta.”Aveva appena finito di parlare che i kunai si distaccarono dalle ferite. le parti a contatto con il suo sangue sfrigolavano ed il metallo si consumava.“Nuovo problema ”continuò “il mio sangue è velenoso ed ha proprietà acide.”
il  comandante anbu7 provò a stuzzicarlo “Altri optional ?”
“sopravvivi altri 5 minuti e forse lo scoprirai ...”
Il comandante anbu 4 parlò ai rimanenti . “Inutile,ci ammazzerà tutti enon possiamo evitarlo ma ho un'idea ,se funziona verrà con noi nella tomba.” Gli altri annuirono con stoicismo: proteggere il villaggio era la cosa più importante.
atto II
....... shikamaru appare nella fic... e non ci lascerà
Loading...
Ino camminava come al solito,salutava come sempre e non vi era niente d'insolito nel suo sguardo. Keyoshuko ,da dentro di lei, come suo solito si deliziava di tutto questo : del suo potere e della sua abilità nel praticarlo ma c'era un fatto in questo caso che lo soddisfaceva in particolare perché anche questa ragazza sapeva entrare nei corpi altrui ma la sua tecnica paragonata alla sua era rozza e  lui ne conosceva molto bene il motivo.Giunse rapidamente alla sua meta :all'ingresso della residenza della casata Hyuga dove  un vecchio servitore stava oliando i cardini del portone .“Buongiorno signorina  Yamanaka ”
Keyoshuko frugò rapidamente nella mente della sua vittima.“Buongiorno Toru-chan”
Parlò con naturalezza ed un gran sorriso ed il vecchio arrossì: solo Ino lo chiamava così.
”Devo restituire un testo sulle erbe emostatiche a Hiashi-sama”Estrasse il rotolo dallo zaino per mostrarlo ma il servitore scosse il capo .“Purtroppo il signore è via,non so dove... ”
“davvero?”fece lei mordendosi il labbro. Keyoshuko sapeva bene che il padre di Hinata doveva incontrare segretamente un notabile della nazione del fuoco quello stesso giorno e che aveva  portato Neji con sè .
”Ma se vuole può riporlo lei... deve solo andare nella biblioteca grande ,no?non nello studio di Hyūga-sama e lei può accedervi liberamente  se non sbaglio."
”Certo  Hiashi-sama mi ha dato il permesso.”
”Allora vada pure ”Si chinò per continuare il lavoro e la ragazza entrò, dirigendosi dritta alla libreria, dove trovò subito il contenitore in cui veniva conservato il trattato erboristico (che Ino aveva chiesto ed ottenuto a Hiashi Hyuga 4 giorni fa ) e ve lo ripose nuovamente , insieme a dieci delle trappole esplosive della sua vittima ,prese nel  laboratorio della ragazza.
Concentrò poi le sue attenzioni ad un altro scaffale dove, grazie al metodico ordine degli Hyūga  (che Ino conosceva così bene grazie alla benevolenza del padre d’hinata ),trovò subito ciò che cercava e lo prelevò  dal contenitore  ,sostituendolo poi con le rimanenti (circa trenta) trappole esplosive.
Uscì e si diresse all' entrata.Il vecchio non era più lì e lei si diresse alla sua prossima meta.


”Lascia che ti dica come la penso.”Gerami si stava rivolgendo seccato al cadavere della sua vittima mentre ne estraeva il kunai dalle carni rigonfie .”Questa parte degli ordini io non la capisco neanche e tu sei morto per essa,ironico vero?”Lo trascinò con sè per il corridoio, tenendolo per l'abito.”No,ma dico io questo è sopravvalutarvi ...davvero.” Entrò nella stanza che cercava: l'obitorio. senza troppe cerimonie lasciò cadere il corpo su un tavolo da autopsia  e vi si appoggiò guardandosi intorno e sospirò.“Cosa non darei per avere uno dei miei ragazzi qui con me ora... senza offesa giovanotto ma non sei stato di grande compagnia. ”Diede una pacca amichevole al corpo ed annusò intorno cercando l'odore giusto e si diresse ai loculi.”Allora dove sei?”Continuò ad annusare trovando infine quello giusto e lo aprì , tirando fuori il lettino a scorrimento .Guardando la faccia familiare del cadavere  sorrise.”Ti trovo bene sai,Kazuzu?La morte ti dona...””


Dathri-kima rilesse ancora una volta i sigilli sul rotolo per essere sicuro di non sbagliarsi e poi lo ingoiò .Era al sesto rotolo ed al ventisettesimo pezzo di marionetta ed aveva ormai quasi finito anche se di fatto ciò che aveva trovato qui era numericamente inferiore alle sue aspettative .Non importava ,dato che era sicuro di potere lo stesso ad ottenere i risultati che sperava.Percepì dei passi nel corridoio.Si chiese chi fosse dato che il cambio della guardia era  solo fra 6 ore ma il fato aveva dunque deciso che una morte addizionale era necessaria per la sua opera e se ne rattristò profondamente.
-Perché ci sto andando?-rifletteva Temari-in fondo sono problemi suoi, dico io. se Kiko vuole dichiarasi poteva venire qui lei durante il turno di Kitsuo... ma naturalmente ha cominciato a blaterare sulla sua timidezza e mi ha convinto.-Si calmò, visto che la sala era alla svolta successiva. -Eccoli li infatti a fare la guardia da bravi shinobi alla por...-
La prima cosa che notò furono  Ivachi e kitsuo .Morti, mummificati .La seconda  fu la porta aperta .La terza  l'individuò che ne uscì :alto ed innaturalmente longilineo ma con spalle robuste questi portava una veste bianca con rifiniture azzurre ed una maschera a bande di cuoio e borchie che ne copriva la maggioranza dei lineamenti , pur permettendo di vedere la luminescenza verdastra del suo sguardo. Il suo portamento era solenne e misurato e per un attimo la situazione, con la tempesta di sottofondo, sembrava più un incubo che la realtà. ”Perché sei qui?” L'intruso parlò tranquillamente come se fosse lui il legittimo custode .”Non doveva passare nessuno e la tempesta oscura la visuale dalla piazza ....forse sei qui per ragioni ...personali?”Il suo sguardo si posò su una delle mummie.”Uno di loro era il tuo amante?”
Queste parole la ricondussero alla realtà. estrasse un kunai e gli gridò contro .” No ,ma una mia cara amica voleva esserlo,carogna!”Il pensiero del dolore che avrebbe sofferto Kiko unito alla violazione del villaggio la riempì di rabbia.
Dathri-kima piegò leggermente il capo.”Sono spiacente per te e per lei... nei miei progetti solo le guardie dovevano essere coinvolte ma ora anche la tua vita dev' essere presa adesso.”
Temari  fu interdetta da ciò che aveva appena sentito perchè in qualche modo percepiva che il  dispiacere espresso era sincero. Chi era mai costui? S'impose concentrazione dato che in ogni caso voleva ucciderla.”Sempre che io non prenda la tua!”
Il suo avversario fece un triste sorriso mentre l'osservava :era sola,quasi totalmente disarmata e lui lo sapeva." L'eccessiva confidenza porta alla rovina.””Cominciò a muoversi verso di lei per affrontarla.”E le tue parole non cambiano la realtà della nostra situazione.“


Yumi si accorse subito del sangue per terra :era come se un corpo con una profonda ferita fosse stato trascinato nell'obitorio. Gli occhi e la gola le bruciavano ...c'era una specie di vapore acre nell'aria .Tossendo apri la porta e vide subito il cadavere d'un inserviente,con una ferita al cuore che sfrigolava poi una celletta frigorifera aperta ed il corpo all'interno attirarono la sua attenzione : c'era qualcosa sul  suo petto...una specie di urna.L'esplosione verde che si originò dall'oggetto pose fine alla sua vita ed alle sue domande.
L'ospedale di Konoha si spezzò letteralmente in due:la fiamma verde consumò cemento e metallo con ugual facilità mentre urla e terrore sembravano alimentarla più del materiale infiammabile. Tutto il villaggio la vide e l'orrore ne riempì gli occhi mentre la colonna salì alta fino alle nuvole. La sua altezza totale ,era facilmente calcolabile,superava il chilometro e mezzo.


Ino/Keyoshuko aveva lasciato il villaggio da pochi minuti quando udì il umore. Si girò ed il suo sguardo s'indurì . ”Il solito sconsiderato... ”sentenziò a quella vista e con un balzo si portò su un' albero da dove rapidamente si diresse al  suo appuntamento senza troppa preoccupazione dato che, di fatto, Konoha ora non era più un problema suo.


Dal tetto dell'edificio in rovina del quartiere Uchiha dove stava aspettando Gerami si godette la sua opera ed estrasse il promemoria ,passando il kunai con delicatezza sulla prima riga, bruciandola col suo semplice tocco.”Allora...distruggere il cadavere di Kazuzu...fatto.Punto due…”Guardò la riga successiva e sogghignò , bruciandola poi  come la prima .”Attirare l'attenzione degli anbu... fatto.”Continuò a ridacchiare guardando la fiamma e conoscendone bene le future  conseguenze.

Ino/Keyoshuko saltò dall'albero davanti ad una statua ,rappresentante uno shinobi che accudiva un cervo e sospirò.”Venite fuori .”I  suoi complici apparvero dai loro nascondigli .Uno era tarchiato e bruno di capelli mentre l'altro di corporatura normale ,con i capelli lunghi ed innaturalmente bianchi.Avevano però tratti somatici molto simili ed entrambi possedevano occhi d'un verde smeraldo intenso.“Non abbiamo tempo da perdere ...vostro padre ha di nuovo esagerato .”.
“Si ...abbiamo visto Keyoshuko-sama”Replicò con tono umile il più alto,come per scusarsi per il genitore.
”Secondo me ha fatto solo bene”Canzonò invece quello bruno ,che fra i due  assomigliava di più a Gerami.
”In ogni caso”riprese il primo con un tono più marcato,facendo zittire il fratello “è meglio non perdere tempo... dove andiamo Keyoshuko-sama?”
Ino chiuse gli occhi per alcuni secondi e sorrise.“Siamo fortunati ...è qui vicino ” Balzò su d'un ramo seguita dagli altri due: il suo ultimo compito nella nazione del fuoco era quasi concluso.


Kakashi era giunto tra i primi e condusse subito l'operazione di soccorso in prima persona: vari Chunin legati all'acqua cercavano di spegnere la fiamma  ma inutilmente mentre Anko si fece largo nella calca per raggiungerlo e  gli indicò un flusso d'acqua .Lui capì e subito diede ordini precisi.”No...si alimenta con l'acqua ,occorre usare la terra.”La scoperta diede subito i suoi frutti ma nuove esplosioni scossero il villaggio: una,tre ,dieci .Tutte a poca distanza di tempo. Un' attacco coordinato pensarono in molti ma queste erano normali trappole esplosive in quantità,niente d'orribile come l' ospedale .Gli anbu s'erano sicuramente già attivati ed anche il piano di sicurezza per i bambini ma continuò a guardare la colonna di fiamme senza che il suo sgomento interiore trovasse pace.
Tuttavia riusciva ad apparire sicuro. Doveva riuscirvi perché era il suo dovere di hokage.

Naruto vide il fuoco verde alzarsi al cielo .Solo lo sguardo dei bijū era nella sua memoria così terribile e non ebbe esitazione a pensare che quel fuoco fosse vivo. Voleva lanciarsi subito in aiuto dell'ospedale ma si girò a guardare il suo team : erano spaventati,letteralmente terrificati,con gli occhi spalancati nella direzione delle fiamme. Si frappose a quella visione da incubo e sorrise.”Non preoccupatevi ...andrà tutto bene perchèci sono io” Disse ciò che avrebbe voluto sentirsi dire in quell'occasione e loro smisero di piangere così li condusse via verso i rifugi .Loro erano il suo primo dovere .

Il comandante della squadra anbu7 si stava chiedendo quale fossero le intenzioni della loro preda: quest'individuo aveva appena piazzato una trappola esplosiva -palesemente per attirare la loro attenzione- ed ora li stava conducendo in direzione sud ovest  -palesemente in un'imboscata- ma non usava nessuna delle strategie che lui avrebbe usato al suo posto ed inoltre vari jutsu che avrebbero dovuto infastidirlo erano risultati inefficaci,totalmente,come se lui non usasse occhi ed orecchie .Usava qualche jutsu protettivo?non poteva esserne certo visto che non riusciva neanche vederne i lineamenti,celati dal cappuccio .Alla fine il bersaglio li aveva condotti al luogo della probabile imboscata :l'abbandonato quartiere Uchiha.

Temari valutò facilmente la situazione:era in svantaggio.Armata solo di kunai e di due bombe fumogene , con di fronte un' avversario chiaramente potente e dotato di tecniche inusuali di fatto la cosa migliore era cercare di dare l'allarme ma il nemico aveva preso l'iniziativa .
Tre, no anzi … sei kunai lanciati velocemente da...?Non voleva crederci... LI AVEVA SPUTATI? Due erano quasi riusciti a colpirla .”Sei meno rapida del previsto...”
”E tu non hai una grande mira”Provò a fare una finta ma un kunai quasi la trafisse.
”Ti sbagli ...ho colpito esattamente dove volevo”continuò lui indicando diryrp di lei con un dito innaturalmente lungo. ”guarda bene alle tue spalle”
Temari non  poteva credere a quella visione :il corridoio dietro di lei era chiuso da una parete di sale? Alla sua base i kunai del suo avversario ed evidentemente erano stati loro a generarla.
Dathri-kima parlò con tono tranquillo ,sembrava un insegnante che spiegava un problema ai suoi allievi.”Così la tua via di fuga alle tue spalle è preclusa...”girò leggermente il collo verso la vetrata”... e lo speciale vetro di Suna che resiste alle grandi tempeste non può essere di certo infranto con i tuoi kunai”Rivolse di nuovo lo sguardo alla ragazza.”Perciò devi oltrepassarmi per raggiungere  l' altro capo del corridoio e salvarti... ma ritengo che la vicenda si conclude qui.Posso ancora darti una morte rapida ed indolore se lo desideri.”
Lei rise.”Capisco che l'offerta è sincera ma preferisco tentare d'aprirmi la strada a calci.”
”Come preferisci.”Sospirò triste lui.


Il comandante della squadra anbu 7 era stupefatto :su uno degli edifici del grande cortile interno della casa dove la loro preda li aveva condotti li aspettava un tipo dagli occhi verdi smeraldo acceso ,che ricordavano crudelmente la colonna di fuoco che imperversava su Konoha .Costui teneva alladestra un bastone metallico intarsiato finemente e sedeva sul  tetto davanti a loro  ,scrutandoli e  ridacchiando .Inoltre non solo era giunto un altro individuo apparentemente identico alla loro preda ma questi si era portato dietro la squadra anbu 4 .
Capì rapidamente che oltre a quei tre non vi erano altri nemici: Tre contro due squadre anbu.
Intenzionalmente.Si scambiò dei gesti con il suo corrispettivo nella anbu4 e cerco di far loro  scoprire le carte ."Ora immagino ci direte qualcosa.”
”Ma certo ”rispose tranquillamente l'uomo,passando il kunai sul promemoria alla terza riga ”tre cose per l'esattezza.Primo :il terzo punto , ovvero attirare due squadre anbu in trappola ,è concluso .” pose la mano sull'estremità del bastone e delle pareti di chakra verde s'innalzarono intorno alla zona dell'intero quartiere Uchiha .”Secondo”continuò stringendo il bastone con la destra”alla fine dello scontro lascerò un messaggio per il vostro hokage... sapete è il punto quattro  in realtà.”
Il comandante della squadra anbu4 s'indispettì.”E terzo?”
“Terzo ”il suo tono si fece eccitato” 93 anni 1 mese e 2 giorni.”Tirò con forza il bastone, che si rivelò essere l'elsa d'una spada lunga 6 metri.”Da tanto non uso decentemente questa spada ,ora vediamo se ho perso lo smalto d'un tempo.”Con un balzo si gettò sugli anbu come una collera divina.


Ino/Keyoshuko si era fermato.”La ragazza non sa andare oltre Mitsu..... tocca a te ”
“Bene Keyoshuko-sama”fece il più alto e si concentrò ,rimanendo così per circa 5 minuti,
“Trovato”
“Bene andate voi .”Ino/Keyoshuko si girò verso la direzione da cui erano arrivati.
“Keyoshuko-sama?”Mitsu aveva capito che qualcosa non andava ma lui lo rassicurò.
“Un imprevisto:ci hanno seguito .Me ne occupo io, voi andate e portate questo con voi.”
Gli passò il rotolo trafugato in casa Hyūga  e rapidamente i due si defilarono.Dopo pochi minuti l'inseguitore era lì,nascosto con una certa abilità ,ma non abbastanza per lui.“Non puoi celarti a me ragazzo Nara”disse stizzito e Shikamaru si fece avanti da dietro un tronco.
“Evidentemente no... ho l'impressione che non me la renderai facile vero?”
lei sorrise, ma in modo maligno alieno ad Ino.”Mi risulta che le tue valutazioni strategiche siano sempre esatte...” I loro sguardi s'incrociarono e cominciarono a studiarsi.
atto I
.......... gerami is back
Loading...
ho deciso di ripostare antichi debiti dal primo capitolo... per non perdere i comment mano a mano che riposterò metterò nello scraps i vecchi cap.
ovviamente i cap ripostati saranno riveduti ed accorpati

deviantID

cao-cao
bonamini guido
Italy

Visitors

Comments


Add a Comment:
 
:iconanimixter:
Animixter Featured By Owner 6 minutes ago  Professional Digital Artist
Thank you so much for the fave!
Reply
:iconstaino:
staino Featured By Owner 10 hours ago   Traditional Artist
Thanks so much for the Fav :+fav: :thanks:
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 10 hours ago
^^
Reply
:iconpaige1444:
Paige1444 Featured By Owner 10 hours ago  Hobbyist Digital Artist
Thanks for the :+fav:
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 10 hours ago
^^
Reply
:iconcapellaio:
capellaio Featured By Owner 12 hours ago  Student Artist
Grazie mille per il fav^^ Arigato:)
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 12 hours ago
di nulla^_^
Reply
:iconirinaspaskyplaysmc:
IrinaSpaskyplaysmc Featured By Owner 12 hours ago  Hobbyist General Artist
Thanks for the Favs :D
Reply
:iconcao-cao:
cao-cao Featured By Owner 12 hours ago
alike for llama
Reply
:iconirinaspaskyplaysmc:
IrinaSpaskyplaysmc Featured By Owner 12 hours ago  Hobbyist General Artist
you're welcome :D
Reply
Add a Comment: